Interrompere gli studi

La carriera universitaria può subire arresti di diversa natura, temporanei o definitivi, ad istanza di parte o d’ufficio, secondo quanto previsto dal Regolamento Carriere studenti.

La studentessa o lo studente che voglia interrompere temporaneamente gli studi può richiedere la sospensione (Art. 17), per interrompere in via definitiva può presentare istanza di rinuncia (Art. 12).

Qualora la studentessa o lo studente semplicemente non rinnovi l’iscrizione, si determina l'interruzione (Art.18), che ammette la ripresa degli studi se non sia intervenuta la decadenza.

La decadenza opera d’ufficio, al verificarsi delle condizioni previste, determinando una cessazione definitiva del percorso di studi (Art. 11).

  Istanza di sospensione degli studi

Studentesse e studenti iscritte/i ad un corso di laurea o di laurea magistrale possono chiedere la sospensione per la singola annualità prima dell’inizio dell’anno accademico o comunque prima di aver versato la prima rata. Può essere richiesta per massimo 3 anni accademici, anche non consecutivi.

Termini per la domanda relativamente all’anno 2020/2021: dal 15 luglio al 30 settembre 2020.

Studentesse e studenti con ordinamento pre D.M. 509/99 non sono tenuti a presentare istanza, salvo il caso di iscrizione a un Master.

Nel caso diiscrizione a master che inizino oltre il termine entro il quale chiedere la sospensione, è possibile presentare istanza contestualmente all’iscrizione al master stesso. In questo caso si possono utilizzare le tasse universitarie eventualmente versate per l’iscrizione all’anno ai fini dell’iscrizione al Master. All’atto della ripresa degli studi lo studente non sarà tenuto al pagamento del contributo di sospensione.

Per presentare istanza di sospensione è necessario essere in regola con i versamenti relativi agli anni precedenti. Si potrà inviare la richiesta

In particolare, bisognerà inviare

  1. l’apposito modulo debitamente compilato e firmato
  2. fotocopia fronte/retro di un documento di identità
  3. marche da bollo da assolvere virtualmente tramite il portale PagoPA: effettuare un pagamento spontaneo selezionando come Motivo pagamento “DIDA03 - Imposta di bollo -Sospensione” (importo: 16€) e scaricare la ricevuta del pagamento dallo stesso portale (istruzioni per il pagamento).

Alla ripresa degli studi si è tenuti a versare un contributo di sospensione, per ogni anno di sospensione, nella misura fissata annualmente dal Consiglio di amministrazione.

Se alla ripresa degli studi il corso è in disattivazione, si potranno completare gli studi in altro corso di studio ancora attivo, previa presentazione di apposita domanda di cambio di corso.

Lo studente che voglia riprendere gli studi dovrà contattare il back office di riferimento per il proprio corso di studi per ripristinare l’iscrizione e l’Ufficio Benefici Studenti per il calcolo dei contributi da versare.

  Istanza di rinuncia agli studi

La rinuncia agli studi può essere presentata in qualunque momento, è irrevocabile, incondizionata e pone termine in modo definitivo alla carriera universitaria.

Con la rinuncia, i rapporti con l’Università di Padova cessano. Dopo la rinuncia non è più possibile compiere atti di carriera né usufruire dei servizi didattici e amministrativi ad eccezione del rilascio dei certificati relativi agli studi compiuti. Non si ha diritto alla restituzione delle tasse e dei contributi, ma non si è tenuti al pagamento di quanto non è stato ancora versato.

Non preclude la possibilità di una nuova immatricolazione. Gli esami superati prima della rinuncia rimangono verbalizzati, potranno essere certificati e potranno essere oggetto di Domanda di valutazione preventiva e riconoscimento crediti.

Prestare particolare attenzione alle conseguenze economiche

La rinuncia va presentata tramite Uniweb, secondo le modalità previste nella specifica guida.

  Decadenza

Si decade automaticamente dalla qualità di studentessa e studente:

  • se non si supera alcun esame o verifica del profitto entro tre anni solari dalla data di prima immatricolazione o iscrizione all’Università;
  • se non si conseguono almeno 60 crediti previsti dall’ordinamento didattico del corso di studio, entro i cinque anni solari dalla data di prima immatricolazione, iscrizione all’Università o dalla data dell’ultimo esame o verifica di profitto superato.

I termini di decadenza sono interrotti:

  • dalla presentazione di istanza di cambio di corso di studio; in questo caso verrà considerata come data di riferimento per il conteggio della decadenza la data di iscrizione al nuovo corso di studio;
  • dalla presentazione di istanza di sospensione, regolarmente richiesta con l’apposito modulo, ed entro le scadenze previste.

 

Studentesse e studenti ancora iscritti ai corsi di studio del vecchio ordinamento, antecedente al D. M. 509 del 1999, decadono:

  • se non sostengono esami per otto anni consecutivi, a eccezione di chi, avendo concluso tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi, debba solo discutere l’esame finale di laurea.

Per i corsi di studio ai sensi dei D.M. 509 del 1999 e 270 del 2004, attivati prima dell’anno accademico 2008/2009, si applica la decadenza, così come disciplinata dall’art. 11, comma 9, del Regolamento didattico di Ateneo. Si considera come anno di prima immatricolazione o iscrizione l’anno accademico 2014/2015.

Ufficio Carriere studenti

Casa Grimani
lungargine Piovego 2/3, 35131 - Padova
Call centre tel. 049.8273131
fax 049.8276434