Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in

Medicina e chirurgia.

Classe: LM-41 - Medicina e chirurgia

Classe LM-41 - Medicina e chirurgia
Durata 6 anni
Sede Padova
Lingua Italiano
Contributi e borse
Presidente del corso MARIA LUIGIA RANDI
Accesso Programmato (84)
Strutture di riferimento Dipartimento di medicina - dimed, Scuola di medicina e chirurgia

Per motivi organizzativo-didattici il corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia è suddiviso in più corsi.

È in via di attivazione un nuovo corso con sede a Treviso.

Il corso in breve

Caratteristiche e finalità
Il Corso di studi in Medicina e Chirurgia si pone come principale obiettivo la formazione di futuri medici-chirurghi nei vari ambiti clinici, sanitari e biomedici, in accordo con la richiesta del mondo del lavoro. A tal fine, stabilisce percorsi qualificanti adeguati all'obiettivo non disgiungibile di curare e prendersi cura della persona malata, anche in contesti di elevata criticità e complessità.
Il corso è organizzato in 6 anni e prevede l'acquisizione di 360 CFU, dei quali 60 sono dedicati ai tirocini, in accordo con la corrente legislazione Italiana e europea.
Il Corso recepisce e applica i descrittori di Dublino, utilizzando un metodo didattico che prevede un'integrazione progressiva dei saperi. Partendo da una solida base culturale biomedica (triennio preclinico), incentrata sulla metodologia scientifica e sulla conoscenza dei processi molecolari, morfo-funzionali e fisiopatologici essenziali delle malattie, si giunge poi al percorso clinico focalizzato sull'acquisizione di solide conoscenze e competenze clinico-diagnostiche e sulla capacità di individuare e risolvere problemi, prendere decisioni in autonomia, interagire con altre figure professionali per la gestione di quadri complessi, e acquisire i valori umani e i principi etici della professione medica. Le competenze e abilità cliniche vengono sviluppate nelle attività di tirocinio, a partire dal primo anno di studi.
Studentesse e studenti acquisiscono, nel Corso degli studi, una conoscenza approfondita del corpo umano. Imparano a individuare le cause di malattia e la loro incidenza e distribuzione; ne acquisiscono i meccanismi fisiopatologici e imparano a riconoscerne i sintomi; fanno proprio il metodo per formulare, attraverso sintomi e segni, un'ipotesi di diagnosi, predisponendone un piano di verifica diagnostica e di proposta terapeutica, attraverso la capacità di avvalersi di strumenti ed esami diagnostici e di interpretarne i risultati. Devono conoscere i farmaci e le sostanze tossiche, padroneggiandone i meccanismi d'azione e le modalità d'impiego a scopo terapeutico. Acquisiscono consapevolezza dell'importanza delle pratiche di riabilitazione nel recupero di pazienti colpiti da affezioni acute o con patologie croniche degenerative. Imparano ad agire nel rispetto delle norme deontologiche e secondo principi di responsabilità professionale.
La ricerca traslazionale è un punto di forza della scuola medica patavina e le studentesse e gli studenti che frequentano i reparti per la preparazione di tesi di laurea sperimentali imparano a lavorare nella ricerca clinica avanzata, a disegnare uno studio clinico sperimentale, raccogliere, analizzare ed elaborare i dati e a sviluppare giudizi autonomi, in relazione anche al valore sociale e umano della ricerca.

Ambiti occupazionali
Gli sbocchi occupazionali normalmente offerti al medico-chirurgo sono forniti da:
- Ambulatori pubblici e privati.
- Ospedali e centri specialistici.
- Università e centri di ricerca.
- Organizzazioni sanitarie e umanitarie nazionali e internazionali.

Questa figura esercita la professione nell'ambito delle norme e delle definizioni stabilite dall'Unione europea. Il medico-chirurgo interviene in ogni attività inerente al mantenimento dello stato di salute dell'individuo. Il percorso formativo è perciò volto al raggiungimento degli obiettivi qualificanti della classe di laurea in accordo con la definizione di salute dell'Organizzazione mondiale della sanità, ovvero: 'la salute è la situazione caratterizzata da un completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente dall'assenza di malattia'.
Chi si laurea in medicina e chirurgia viene preparato a effettuare il proprio intervento professionale al più alto livello compatibile con le strutture e l'organizzazione del luogo in cui si trova a operare.
La laurea magistrale in medicina e chirurgia costituisce requisito di accesso alle scuole di specializzazione

News

Selezione per i corsi di laurea con Tolc@casa

Per i corsi di laurea che prevendono l’utilizzo dei test Tolc per l'ammissione

Leggi

Corsi per comprendere le domande dei test d'ingresso

Durante l'estate, incontri in videoconferenza per chi desidera esercitarsi

Leggi

Le date delle prove per i corsi di laurea con il numero programmato nazionale

Quando si terranno i test d'ingresso per l’anno accademico 2020/21? La nota del Miur

Leggi