Corso di laurea magistrale in

Psicologia clinica

Classe: LM-51 - Psicologia

2023 Psychology3
Classe LM-51 - Psicologia
Durata 2 anni
Sede Padova
Lingua Italiano
Contributi e borse
Presidente del corso CLAUDIO GENTILI
Accesso Programmato (116)
Strutture di riferimento Dipartimento di psicologia generale - dpg, Scuola di psicologia

Un corso che affronta lo studio della teoria e metodologia relativa a psicopatologia, psicodiagnostica, counseling, psicologia della salute, neuropsicologia, psicosomatica, riabilitazione e psicoterapia. Approfondirai, anche grazie a esercitazioni pratiche presso laboratori attrezzati e ad attività di tirocinio, lo studio di fattori di rischio e meccanismi patogeni di malattie mentali e psicosomatiche, modelli di prevenzione, diagnosi e trattamento e la valutazione dell’efficacia dell’intervento. Avrai come obiettivo la promozione e il mantenimento di uno stato di salute e benessere e non solo di assenza di malattia e potrai lavorare in contesti pubblici e privati nella realizzazione di interventi mirati alla prevenzione o al recupero della salute mentale e fisica e di interventi di riadattamento della qualità di salute a seguito di mutate condizioni di vita per eventi morbosi o traumatici.

  Approfondimento

Caratteristiche e finalita'
Il corso di laurea magistrale in Psicologia Clinica a abilita all'esercizio della professione di psicologo, ai sensi della legge 8 novembre 2021, n. 163 e successivi decreti attuativi
La formazione di chi consegue il titolo di laurea magistrale in Psicologia clinica è basata sull'applicazione ed estensione delle conoscenze della ricerca in psicologia ai diversi ambiti della psicologia clinica: dall'approfondimento dei fattori di rischio e dei meccanismi patogenetici di malattie mentali e psicosomatiche, allo sviluppo di modelli di prevenzione, diagnosi, consulenza, trattamento psicologico, fino alla valutazione dell'efficacia dell'intervento. Tale impostazione risponde a un'esigenza di formazione basata su modelli scientificamente validi (evidence based) e include l'area della psicologia della salute e della regolazione emotiva e psicofisiologica, per la promozione e mantenimento di uno stato di salute e benessere psicofisico (incluso il controllo del dolore) e non solo di assenza di malattia. Il percorso formativo si fonda su una solida preparazione teorica, sperimentale e metodologica, in cui hanno un ruolo centrale le conoscenze relative alla psicologia cognitiva e comportamentale, alle neuroscienze e alle discipline metodologiche in relazione alla psicopatologia, psicodiagnostica, counseling, psicologia della salute, interventi di neuropsicologia e psicofisiologia clinica, psicosomatica, riabilitazione e psicoterapia, inclusi gli interventi strutturati brevi. Il percorso formativo include esercitazioni pratichee attività a piccoli gruppi (anche con l'ausilio di strutture di laboratorio attrezzate per la ricerca clinica) e attività di tirocinio anche presso qualificate strutture pubbliche e private che erogano prestazioni nell'ambito della psicologia clinica e della psicologia della salute conformi alla normativa vigente in tema di tirocinio professionalizzante, con l'obiettivo di rendere chi si laurea in grado di applicare protocolli diagnostici e terapeutici strutturati in contesti professionali pubblici e privati, prevalentemente di tipo sanitario.

Ambiti occupazionali
Conseguito il diploma abilitante laureate e laureati troveranno naturale sbocco occupazionale nella professione di psicologo e psicologa in ambito clinico, con possibilità di svolgere l'attività psicoterapeutica dopo la formazione abilitante all'esercizio della psicoterapia (Scuole di specializzazione). Lo psicologo/a clinico opera in contesti sia pubblici che privati e contribuisce alla realizzazione di interventi mirati alla protezione o recupero della salute mentale e fisica (incluso il trattamento del dolore e, più in generale dei disturbi ad andamento cronico). Sia in ambito libero-professionale, ma soprattutto nelle strutture sanitarie e ospedaliere lo psicologo/a clinico interviene con protocolli strutturati di consulenza, valutazione, riabilitazione e trattamento, in soggetti affetti da disturbi mentali (es. disturbi d'ansia e da stress, disturbi del tono dell'umore, socio- e psicopatie) e psicosomatici. Lo psicologo/a clinico promuove anche il riadattamento a mutate condizioni di vita dopo eventi morbosi o traumatici e favorisce la compliance dell'individuo ad adottare comportamenti di promozione della salute e riduzione del rischio di patologia mentale e somatica. Lo psicologo/a clinico, solitamente all'interno di enti sanitari e strutture di ricerca, sviluppa anche attività di ricerca sui meccanismi affettivi, cognitivo- comportamentali, psicobiologici e psicosociali coinvolti nella patogenesi del disturbo mentale e psicosomatico e sulla validazione di nuovi protocolli diagnostici e terapeutici.

News