Corso di laurea magistrale in

Geophysics for natural risks and resources

Classe: LM-79 - Scienze geofisiche

Classe LM-79 - Scienze geofisiche
Durata 2 anni
Sede Padova
Lingua Inglese
Avviso di ammissione Download
Contributi e borse
Accesso Accesso libero con requisiti

Nuovo corso in via di attivazione

Un corso in inglese di nuova attivazione, il cui obiettivo è formare professionisti che sappiano utilizzare con approccio multidisciplinare la teoria e le applicazioni di metodologie fisiche per l’esplorazione e la caratterizzazione del sottosuolo. Le finalità del corso si estendono a molteplici ambiti che pongono al centro la conoscenze del suolo e del sottosuolo: dalla ricerca di georisorse minerarie ed energetiche, alla caratterizzazione del sottosuolo per energie rinnovabili, alle applicazioni di tecniche non invasive all’ingegneria civile e ambientale fino alla descrizione geologica collegata al rischio idrogeologico e sismico. Potrai assumere ruoli di responsabilità nell’industria dell’energia, sia fossile che rinnovabile, o lavorare come libero professionista nell’ambito della protezione e gestione del territorio, anche in riferimento alla redazione e gestione di piani di sicurezza e di emergenza.

  Approfondimento

Caratteristiche e finalità

Il corso di laurea magistrale in Geophysics for Natural Risks and Resources ha come obiettivo primario la formazione di figure professioniste, ricercatori e ricercatrici in grado di approcciare in modo multidisciplinare e quantitativo la teoria e le applicazioni di metodologie fisiche per l’esplorazione e la caratterizzazione del sottosuolo, a scale spaziali che vanno da quella metrica a quella delle decine e centinaia di chilometri; le finalità coprono tutte le aree, applicative e non, ove la conoscenza del suolo e del sottosuolo è cruciale, quali:
- ricerca di georisorse minerarie ed energetiche
- caratterizzazione del sottosuolo per energie rinnovabili quali la geotermia
- applicazioni di tecniche non invasive all’ingegneria civile e ambientale, incluse quelle geotecniche
- caratterizzazione geologica applicata relativa alla stabilità dei versanti e al rischio idrogeologico in generale
- caratterizzazione per il rischio sismico, sia a livello globale (presenza e natura di faglie) che locale (meccanismi di amplificazione sismica locale)
- applicazioni alle strutture costruite, con particolare riguardo al patrimonio edilizio storico, allo studio delle fondazioni, dell’alzato e delle interazioni suolo-struttura
- geodesia applicata alla dinamica del sistema Terra
L’offerta formativa proposta è stata costruita sulla base di: (i) la volontà di formare figure professioniste nel settore della geofisica con un solido e ampio background quantitativo che possano, una volta conseguita la laurea, accedere a carriere diverse nel campo dell’industria e della ricerca; (ii) l’obiettivo di attrarre studentesse e studenti di molteplici provenienze e produrre laureate e laureati in uno scambio fluido con l’ambiente geofisico internazionale.
Al fine di soddisfare le esigenze del mondo del lavoro, sono previsti due indirizzi di studio:
(a) una specializzazione computazionale, tendenzialmente utile ad applicazioni geofisiche a grande scala (p.es. sismica 3D o 4D), quasi sempre (ma non solamente) per scopi di esplorazione mineraria ed energetica del sottosuolo – ma anche per applicazioni satellitari.
(b) una specializzazione di campo, con applicazioni legate alla gestione del territorio e alle discipline ingegneristico-ambientali, con una spiccata propensione alla formazione di persone laureate magistrali indirizzate alla professione.

Ambiti occupazionali

Chi abbia conseguito questa laurea magistrale potrà trovare collocazione lavorativa come:
- Geofisico/a di esplorazione
- Geofisico/a applicato/a e ambientale
In entrambi i casi, potrà anche iscriversi (previo superamento del relativo esame di stato) all'Albo professionale dei geologi.
Laureati e laureate potranno inoltre ricoprire posizioni di ricercatori e ricercatrici, tecnologi e tecnologhe nelle Scienze della terra; a questo scopo il Corso permette di proseguire l’attività di apprendimento e formazione alla ricerca in particolare attraverso l’accesso ai dottorati di ricerca, sia a livello nazionale che internazionale.
Per i geofisici e le geofisiche di esplorazione i principali sbocchi occupazionali sono rappresentati dall'attività di dipendente di livello elevato nel settore privato, con competenze e responsabilità nei campi delle Scienze della terra, in particolare nell’industria dell’energia, sia fossile che rinnovabile, dove la ricerca geofisica sta appunto alla base della pratica industriale.
Chi abbia conseguito questa laurea potrà trovare facilmente occupazione, anche in un contesto internazionale, presso grandi aziende energetiche e presso compagnie di servizio che per queste grandi aziende lavorano.
Date le caratteristiche delle laureate e dei laureati magistrali, ci si attende che questi trovino sbocchi occupazionali anche in ambito internazionale - europeo ed extra europeo -, sia nel campo dell’industria mineraria che energetica, come pure nell’ambito delle grandi imprese operanti nell’ingegneria civile delle grandi opere.
Per le geofisiche e i geofisici applicati e ambientali i principali sbocchi occupazionali sono rappresentati dall'attività di professionista in regime di autonomia o di dipendente di livello elevato nel settore pubblico o privato, con competenze e responsabilità nei campi delle Scienze della terra e dell’Ingegneria civile e ambientale. Un tipico campo di impiego sarà quello nei temi della protezione e gestione del territorio, anche in riferimento alla redazione e gestione di piani di sicurezza e di emergenza, sia nell'ambito della Pubblica amministrazione (enti locali e regionali, organismi di Protezione civile) che presso soggetti privati. Un ulteriore obiettivo di chi si laurea potrà essere il conseguimento dell'abilitazione di Geologo Senior in particolare per lo svolgimento della libera professione. Potrà inoltre lavorare come consulente per società ed aziende, ad es. compagnie assicurative ed imprese edili. Le competenze che laureati e laureate avranno acquisito, con particolare riferimento ai temi della mitigazione del rischio naturale (sismico ed idrogeologico in particolare), potranno anche essere utilizzate per attività professionali o di consulenza per Istituzioni locali e nazionali e aziende private, anche in riferimento a progetti nazionali o della Comunità europea.

  Elenco insegnamenti

I Anno MANAGEMENT AND ANALYSIS OF PHYSICS DATASETS [ JACOPO PAZZINI ] PHYSICS DATA ANALYSIS [ MARCO BAIESI ] ADVANCED STATISTICS FOR PHYSICS ANALYSIS STATISTICAL MECHANICS OF COMPLEX SYSTEMS [ AMOS MARITAN ] GEOTECHNICS SEISMIC RESPONSE OF BUILT STRUCTURES [ FRANCESCA DA PORTO ] NUMERICAL METHODS FOR HIGH PERFORMANCE COMPUTING [ CARLO JANNA ] NUMERICAL METHODS FOR CONTINUOUS SYSTEMS [ ANTONIA LARESE DE TETTO ] DIGITAL DATA PROCESSING MATHEMATICAL PHYSICS FOR THE EARTH SYSTEM [ LAPO BOSCHI ] ELECTROMAGNETISM APPLIED GEODESY NUMERICAL METHODS FOR GEOSCIENCES [ MANUELE FACCENDA ] SOLID EARTH GEOPHYSICS [ LAPO BOSCHI ] PETROPHYSICS [ ELOISA DI SIPIO ] APPLIED GEOPHYSICS [ GIORGIO CASSIANI ] GEOPHYSICS FOR CULTURAL HERITAGE GEOLOGY FOR GEOPHYSICS [ VALERIO OLIVETTI ] GEORESOURCES [ MASSIMILIANO ZATTIN ] STRUCTURAL GEOLOGY AND EARTHQUAKES [ GIULIO DI TORO ] FINAL EXAM II Anno PROGRAMMABLE HARDWARE DEVICES HIGH LEVEL PROGRAMMING NUMERICAL MODELLING OF HYDROLOGICAL PROCESSES APPLIED HYDROLOGY [ ANDREA D'ALPAOS ] MACHINE LEARNING NUMERICAL METHODS FOR DIFFERENTIAL EQUATIONS INTERNSHIP ELECTROMAGNETIC METHODS EXPLORATION SEISMOLOGY GEOTHERMICS [ ANTONIO GALGARO ] ENVIRONMENTAL AND ENGINEERING GEOPHYSICS

News

Test Tolc anche l'1 e il 2 ottobre

Per chi affronta i test in queste date si apre dunque una nuova finestra per l'immatricolazione

Leggi

Le date delle prove di conoscenza della lingua italiana

Per le candidate e i candidati non comunitari, quest'anno online

Leggi

Istruzioni per accedere alle sedi dei test di ammissione

Fino al 30 settembre le prove in presenza si tengono alla Fiera di Padova

Leggi