Corso di laurea in

Animal Care

Classe: L-38 - Scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali

Classe L-38 - Scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali
Durata 3 anni
Sede Legnaro
Lingua Inglese
Avviso di ammissione Download
Contributi e borse
Presidente del corso LIETA MARINELLI
Accesso Programmato (33)
Strutture di riferimento Dipartimento di biomedicina comparata e alimentazione (bca), Scuola di agraria e medicina veterinaria

Contatti
cdl.animalcare@unipd.it

Il corso in breve

Caratteristiche e finalità

Il corso laurea in Animal Care è rivolto a studentesse e studenti italiani e stranieri interessati alle tematiche della cura del benessere delle specie animali in contesti nazionali e internazionali, con un percorso formativo che non ha eguali nell'area mediterranea dell'Europa. È un percorso di respiro internazionale e ha come obiettivo principale l'acquisizione di conoscenze, abilità e competenze che permettano a chi opera nel settore di occuparsi della cura degli animali e del loro benessere, in ambiti diversificati e con un’attenzione specifica rivolta al singolo animale.
Un elemento significativo del corso di studio è l'integrazione di aspetti culturali previsti dalla classe di laurea con quelli relativi all'etologia, al benessere, al riconoscimento dello stress e del dolore, alla bioetica e alle tecniche di comunicazione. Mentre l'approccio alle tematiche e alle tecniche trasversali alle specie animali viene proposto a tutti gli studenti e le studentesse, l'approfondimento di tematiche indirizzate ad ambiti specifici (tra cui ricerca scientifica, wildlife conservation in ambito terreste ed acquatico, ambiti educativi e ricreativi) avviene attraverso l'identificazione di percorsi formativi mirati, come i piani di studio e le attività̀ di tirocinio.
Per favorire un contesto didattico orientato all'internazionalizzazione, saranno realizzati consorzi a livello europeo allo scopo di promuovere programmi Erasmus Mundus con borse di studio per frequentare l'intero corso universitario. È prevista l'attivazione di accordi bilaterali Erasmus+ per favorire la mobilità di studentesse e studenti per tirocini e tesi di laurea all'estero.

Ambiti occupazionali

Chi ha conseguito il titolo di laurea in Animal Care svolge compiti di cura dell'animale e di tutela del suo benessere. La funzione nel contesto di lavoro varia a seconda dell'ambito considerato e spazia dalla figura addetta alla cura della fauna selvatica ed esotica, terrestre ed acquatica, in ambiente controllato (sia per scopi educativi e di ricerca che di conservazione, salvataggio e riabilitazione), a quella che collabora nell'ambito di attività̀ a supporto di medici veterinari, biologi, zoologi o a quella esperta di monitoraggio e gestione degli animali impegnati in attività̀ ricreative, educative, sportive, di ricerca e di assistenza. Inoltre, la formazione ricevuta permetterà a chi si laurea di raccordare e integrare gli interventi promossi dalle figure professioniste più̀ specializzate (nei campi della medicina veterinaria, biologia, zoologia) che operano nell'ambito della cura dell'animale.

Dalla triennale alla magistrale

Il corso di laurea in Animal Care da accesso a:
- qualsiasi corso di laurea magistrale offerto dalle università̀ italiane nella classe LM-86 Scienze zootecniche e tecnologie animali;
- corsi di laurea di secondo livello proposti da università̀ straniere. Questa opzione è strettamente collegata agli accordi bilaterali con altri Paesi che promuovano la mobilità di studentesse e studenti.

News

Selezione per i corsi di laurea con Tolc@casa

Per i corsi di laurea che prevendono l’utilizzo dei test Tolc per l'ammissione

Leggi

Corsi per comprendere le domande dei test d'ingresso

Durante l'estate, incontri in videoconferenza per chi desidera esercitarsi

Leggi

Le date delle prove per i corsi di laurea con il numero programmato nazionale

Quando si terranno i test d'ingresso per l’anno accademico 2020/21? La nota del Miur

Leggi