Corso di laurea magistrale in

Psicologia cognitiva applicata

Classe: LM-51 - Psicologia

Classe LM-51 - Psicologia
Durata 2 anni
Sede Padova
Lingua Italiano
Avviso di ammissione Download
Contributi e borse
Presidente del corso BARBARA CARRETTI
Accesso Programmato (116)
Strutture di riferimento Dipartimento di psicologia generale - dpg, Scuola di psicologia

Il corso approfondisce gli aspetti della “cognizione fredda” (memoria, attenzione, linguaggio) integrandoli con quelli della “cognizione calda”, indagando il rapporto fra processi cognitivi ed emozioni, motivazione, decisione, comunicazione. Ma anche le applicazioni di queste conoscenze ai contesti della vita quotidiana. Compirai una riflessione sulle modalità con cui le conoscenze della psicologia cognitiva supportano la progettazione di strumenti di valutazione, intervento e potenziamento cognitivo nell'arco della vita e sui meccanismi cognitivi coinvolti in professionalità non psicologiche. Lavorerai in ambiti quali ergonomia, psicologia dell’apprendimento, salute e invecchiamento in cui la psicologia cognitiva è centrale e in altri in cui il suo apporto è documentato (legge con la psicologia giuridica, economia con quella delle decisioni, studio dello spazio con quella ambientale).

  Approfondimento

Caratteristiche e finalità
Il corso di Psicologia cognitiva applicata si sviluppa su due versanti paralleli.
Da un lato approfondisce i temi classici della psicologia cognitiva focalizzandosi sia sugli aspetti legati a quella che viene chiamata 'cognizione fredda' (quali memoria, apprendimento, pensiero, ragionamento, linguaggio, attenzione, ecc,) sia alla sua estensione alla 'cognizione calda', vale a dire il rapporto fra processi cognitivi ed emozioni, motivazione, decisione, comunicazione.
Dall'altro, il percorso di studi offre approfondimenti sulle applicazioni di queste conoscenze ai contesti della vita quotidiana. Il Corso di laurea offre ad esempio una riflessione sulle modalità secondo cui le conoscenze della psicologia cognitiva possono supportare la progettazione di strumenti di valutazione, intervento e potenziamento cognitivo nell'arco della vita, ovvero, nelle bambine e bambini, giovani e persone anziane. Il versante delle applicazioni della psicologia cognitiva viene inoltre affrontato attraverso l'analisi dei meccanismi cognitivi coinvolti in professionalità non psicologiche (per es. economico, giuridico, artistico, architettonico, sportivo). È il caso dell'applicazione giuridica e della presa di decisione (ad esempio di tipo economico) dove i concetti della psicologia cognitiva trovano applicazione, oppure della musica e dell'uso della musica (e dei training musicali) come modulatori della prestazione cognitiva.
In sintesi, la formazione ricevuta rende studentesse e studenti pronti ad affrontare le richieste di base che il mondo della scuola, della clinica e del lavoro possono fare alla figura dello psicologo/a cognitivo. Il percorso di studi offre, inoltre, gli strumenti metodologici e conoscitivi per seguire eventuali percorsi formativi post-lauream.

Ambiti occupazionali
Gli sbocchi occupazionali riguardano tutti gli ambiti in cui è utile la figura di psicologo/a con una solida preparazione in psicologia cognitiva; quindi, da un lato, in settori in cui questa figura esperta può avere un ruolo centrale, come ad esempio nell'ergonomia, nella psicologia dell'apprendimento, nella psicologia della salute, nella psicologia ambientale e nella psicologia dell'invecchiamento e, dall'altro, in ambiti professionali in cui è stato ampiamente documentato l'apporto della psicologia cognitiva, come, ad esempio, l'ambito della legge (con il contributo della psicologia giuridica), dell'economia (con il contributo della psicologia delle decisioni), dello studio dell'ambiente e dello spazio (con il contributo della psicologia ambientale) e delle arti e della letteratura.

  Elenco insegnamenti

I Anno SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI PSICOLOGIA DELL'APPRENDIMENTO STRATEGICO E DELLA MOTIVAZIONE DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO [ BARBARA CARRETTI ] PSYCHOLOGY OF MUSIC [ MASSIMO GRASSI ] PSICOLOGIA DELLA MOTIVAZIONE E DELLE EMOZIONI [ ANGELICA MOE' ] HUMAN COMPUTER INTERACTION [ LUCIANO GAMBERINI ] PSICHIATRIA [ MARCO SOLMI ] METODI STATISTICI PER LA SPERIMENTAZIONE CLINICA [ GIOVANNA CAPIZZI ] PSICOLOGIA DELLO SPORT E DELLA SALUTE [ MARTA GHISI ] COUNSELING E PSICOTERAPIA COGNITIVA E COMPORTAMENTALE [ CATERINA NOVARA ] PROGRAMMI DI POTENZIAMENTO COGNITIVO [ BARBARA CARRETTI ] MECHANISMS OF CONSCIOUSNESS AND ERROR MONITORING [ ROBERTO DELL'ACQUA ] BILINGUISMO E COGNIZIONE [ FRANCESCA PERESSOTTI ] PSYCHOLOGY, AESTHETICS AND ART [ MARCO BERTAMINI ] PSYCHOLOGY OF ECONOMIC DECISIONS [ ENRICO RUBALTELLI ] PSICOLOGIA DELL'ATTENZIONE [ FRANCA STABLUM ] PSICOLOGIA DEL TRAFFICO PSICOLOGIA AMBIENTALE [ FRANCESCA PAZZAGLIA ] PSICOLOGIA DELL'INVECCHIAMENTO [ ERIKA BORELLA ] NEUROPSICOLOGIA COGNITIVA [ PATRIZIA BISIACCHI ] COGNIZIONE ANIMALE [ LUCIA REGOLIN ] DISEGNI DI RICERCA E ANALISI DEI DATI IN PSICOLOGIA CLINICA [ GIULIO VIDOTTO ] STATISTICA MULTIVARIATA [ MICHELE VICOVARO ] PROVA FINALE II Anno METODICHE PER LO STUDIO DELLA COGNIZIONE E AZIONE NELLE PIANTE [ UMBERTO CASTIELLO ] PERCEZIONE DEL RISCHIO E SICUREZZA STRADALE INTRODUZIONE AL SISTEMA DI PROGETTAZIONE EUROPEA INTERACTION DESIGN: METODI E TECNICHE [ LUCIANO GAMBERINI ] PROGETTARE INTERVENTI COGNITIVI IN CONTESTI EDUCATIVI E PER L'ANZIANO [ ERIKA BORELLA ] ETICA DELLA RICERCA E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE [ FRANCA STABLUM ] SOFT SKILLS PER LA PROFESSIONE [ ANGELO BOCCATO ] ATTIVITA' DI TIROCINIO E DI LABORATORIO [ ANDREA FACOETTI ] ANALISI DELLE INTERAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE MEDIATA [ ANNA SPAGNOLLI ] PSICOLOGIA FORENSE

News

Selezione per i corsi di laurea con Tolc@casa

Per i corsi di laurea che prevedono l’utilizzo dei test Tolc per l'ammissione

Leggi

Corsi per comprendere le domande dei test d'ingresso

Durante l'estate, incontri in videoconferenza per chi desidera esercitarsi

Leggi

Le date delle prove per i corsi di laurea con il numero programmato nazionale

Quando si terranno i test d'ingresso per l’anno accademico 2020/21? La nota del Miur

Leggi