Servizio momentaneamente sospeso per manutenzione.

Rubrica

Personale Strutture

Qualifica

Professori Associati

Indirizzo

PIAZZA CAPITANIATO, 7 - PALAZZO LIVIANO - PADOVA

Telefono

0498274665

Paola Dessì, dopo gli studi classici, si laurea con lode in DAMS-Musica all’Università di Bologna dove consegue il titolo di Dottore di ricerca in Musicologia e Beni musicali. È inoltre musicista diplomata in Organo e composizione organistica e in Clavicembalo, nonché archivista diplomata alla scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell'Archivio di Stato di Modena.
È Professoressa associata di Musicologia e Storia della musica ed è titolare degli insegnamenti di Storia della Musica medievale e rinascimentale (LT), Storiografia musicale (LM) e di Forme della poesia per musica (LT), corso tenuto come docente a contratto dall’a.a. 2011-2012 all'a.a. 2016-2017. È Presidente del CdS in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (LT) e del CdS in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale (LM). È delegata del Rettore a partecipare al tavolo tecnico della CRUI sull’attività delle orchestre e dei cori universitari. È delegata del Direttore del Dipartimento dei Beni Culturali, in cui è incardinata, per il Comitato direttivo del CIRFIM, Centro Interdipartimentale di Ricerca di Filosofia Medievale.
Ha svolto servizi di formazione, tutoraggio e ricerca all’Archivio storico dell’Università di Bologna; ha svolto attività didattica universitaria di I e II livello all’Università di Padova e di Bologna e di III livello per i dottorati di ricerca in “Storia e critica dei beni artistici musicali e dello spettacolo” (Università di Padova) e di “Musicologia e Beni Musicali” e “Archeologia” (Università di Bologna).
Collabora al coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali per l’organizzazione di convegni e giornate di studio, anche in qualità di componente del comitato scientifico; è membro del Comitato scientifico per l’Octavii Vernitii Opera, edizione critica della produzione mottettistica del musicista; è membro del comitato scientifico della rivista «Musica e Figura»; contribuisce stabilmente con schede bibliografiche e recensioni a «Medioevo musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale» (Sismel) e collabora con altre riviste musicologiche in qualità di reviewer.
Ha pubblicato studi in prevalenza sulla musica medievale e tardoantica, in particolare sui seguenti temi: il canto monodico e il canto piano, i repertori polifonici compresi il canto fratto e le polifonie semplici, la tradizione del canto gregoriano. Si è occupata anche di temi e questioni di iconografia musicale e del rapporto tra musica e politica indagato dall’epoca tolemaica al Rinascimento, soprattutto in relazione all’arte organaria e organistica. Si occupa di testi per musica presenti nelle fonti letterarie (dalla Commedia dantesca al Decameron di Boccaccio); di produzione della poesia medievale; di produzione mottettistica (ed. critica dell’Armonia ecclesiasticorum concertuum 1604 di Ottavio Vernizzi). In qualità di organista e clavicembalista ha pubblicato studi sulla “cognitione delle dita”, il sapere sulla diteggiatura nella musica antica per tastiera. Ha svolto attività di ricerca in diverse università italiane partecipando a differenti PRIN (1996-1998; 2002-2004; 2004-2006; 2006-2008) e a molteplici progetti ex-60% tra i quali, per l’Università di Padova, Scuole di grammatica e canto nel territorio padovano (2010-1015).

Avvisi

ATTENZIONE!!!
L'ULTIMO RICEVIMENTO prima della pausa estiva si terrà GIOVEDI' 18 luglio dalle ore 14.30 alle 16.30


La richiesta di tesi di laurea va rivolta al docente con il dovuto anticipo.


***********************
PERCORSI 24 CFU A.A. 2018-19
************************
Di seguito gli insegnamenti per i settori L-ART/07 e L-ART/08 declinati in prospettiva metodologica, secondo quanto previsto dal D.M 616/2017, utili per l'acquisizione dei 24 CFU per la formazione degli insegnanti della scuola secondaria:

Insegnamenti offerti dal CdS in DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Ord. 2017) (LE0606 2017)
ETNOMUSICOLOGIA (https://www.didattica.unipd.it/off/2017/LT/SU/LE0606/000ZZ/LE07102764/N0)

Insegnamenti offerti dal CdS in DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Ord. 2018) (LE0606 2018)
FONDAMENTI DELLA COMUNICAZIONE MUSICALE (https://www.didattica.unipd.it/off/2018/LT/SU/LE0606/000ZZ/LE11103337/N0)

Insegnamenti offerti dal CdS in SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LE0615 2017)
FONTI PER LA STORIA DELLA MUSICA (https://www.didattica.unipd.it/off/2018/LM/SU/LE0615/000ZZ/SUP7079017/N0)

Insegnamenti offerti dal CdS in STORIA E TUTELA DEI BENI ARTISTICI E MUSICALI (LE1855 2011)
TEORIE MUSICALI (https://www.didattica.unipd.it/off/2017/LT/SU/LE1855/000ZZ/LEO2044679/N0)



Orari di ricevimento

  • Il Lunedi' dalle 14:00 alle 16:00
    presso Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7, studio docente (piano terra)
    Su appuntamento da chiedere via email (paola.dessi@unipd.it). LEGGERE SEMPRE GLI AVVISI.

Insegnamenti

Pubblicazioni

PRINCIPALI PUBBLICAZIONI:

MONOGRAFIE:
- L’organo tardoantico. Storie di sovranità e diplomazia, Padova, Cleup, 2008.
- Cantantibus organis: musica per i francescani di Ravenna nei secoli XIII-XIV, Bologna, Clueb, 2002.
- Ipotesi di ricostruzione storica della diteggiatura antica, Bergamo, Carrara, 1996.

EDIZIONI CRITICHE:
- Ottavio Vernizzi, Armonia ecclesiasticorum concertuum: mottetti a 2, 3 e 4 voci con basso continuo, op. 2, Venezia 1604, Padova, Cleup, 2016 (2a ed. rivista e aggiornata)

ARTICOLI CLASSE A:
- Oltre il Mediterraneo: le polifonie semplici della «terra australis incognita» nei diari di James Burney, «Itineraria», 16, 2017, pp. 153-159.
- L’organaria bresciana al servizio delle corti: le commissioni principesche a Facchetti e Antegnati, «Philomusica on-line», 15/1, 2016, pp. 811-827.
- Organi orologi e automi musicali: oggetti sonori per il potere , «Acta musicologica», 82/1, 2010, pp. 21-47.
- L’organo a palazzo nell’impero di Nerone, «Philomusica», VII/2, 2008, pp. 63-71.

Area di ricerca

LINEE DI RICERCA
Il lavoro di ricerca si caratterizza per l’impianto storico e l’approccio interdisciplinare finalizzato a studiare la storia della musica come espressione della storia culturale e a comprendere gli eventi sonori e musicali in relazione agli altri fenomeni culturali a loro coevi, in un arco cronologico che va dalla Tarda Antichità al Rinascimento con particolare attenzione al periodo Medievale. Le ricerche, condotte con particolare attenzione all’impiego di strumenti filologici, paleografici e linguistici, un’ecdotica applicata anche alle edizioni critiche musicali, seguono un approccio multidisciplinare per lo studio comparatistico delle fonti musicali, testuali, documentarie e iconografiche secondo una metodologia degli studi non solo musicologica ma anche storico-antropologica e storico-religiosa.

----------

PROGETTI di RICERCA
Scuole di grammatica e canto nel territorio padovano
Il progetto di ricerca si propone di studiare l'organizzazione e il funzionamento delle scuole di grammatica e canto, quindi dell'istruzione primaria impartita nel territorio padovano tra Rinascimento ...