Servizio momentaneamente sospeso per manutenzione.

Rubrica

Personale Strutture

Qualifica

Ricercatrice Universitaria a tempo indeterminato

Indirizzo

PIAZZA CAPITANIATO, 7 - PALAZZO LIVIANO - PADOVA

Telefono

0498274636

Farah Polato è ricercatrice del settore disciplinare L/ART-06 presso il Dipartimento dei Beni Culturali: archeologia, storia dell'arte, del cinema e della musica (DBC) dell’Università degli Studi di Padova dove attualmente è titolare per affidamento annuale dell'insegnamento di Filmologia per il corso di laurea triennale in Discipline dell'arte, della musica e dello spettacolo e di Forme della narrazione seriale dei media per il corso di laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale. Le sue più recenti attività di ricerca indagano le modulazioni del rapporto tra territori, forme e produzioni audiovisive, con particolare riferimento ai fenomeni di recente sviluppo, come il cineturismo, e alle sollecitazioni del presente che interrogano la nozione e le funzioni del “paesaggio” nelle dinamiche di appartenenza e identità proprie delle società multiculturali. Con approccio interdisciplinare e confronto vivo con le pratiche, guarda alle politiche e alle pratiche di inclusività, accesso e valorizzazione delle differenze riverberate dai media. In dialogo con la tradizione pluriprospettica dell’Ateneo padovano, tra i centri di riferimento per gli studi sul paesaggio, coordina la linea di ricerca "CineLands. Ricerche su media, paesaggio e turismo". Tra le attività svolte
-la coordinazione, in qualità di responsabile, della linea di ricerca di Dipartimento e del correlato Assegno di ricerca junior (bando 2015) Il Veneto, le acque e il cinema. Nuovi strumenti di valorizzazione territoriale (2016-2018)
-la coordinazione, in qualità di responsabile, del progetto multidisciplinare Strumenti innovativi per la promozione turistica: film-induced tourism 2013-2015 / FSE 2007-2013 che ha visto, tra gli output, l’organizzazione del convegno Cinema e paesaggio tra prospettive teoriche ed esperienze operative (Padova, 30 Novembre 2016) in coordinamento con il progetto Filming the Arts in CAPUT - Cinema A
In questa prospettiva si inserisce la partecipazione al gruppo di ricerca del progetto di Ateneo "From the European South: postcolonial studies in Italy" e la presenza nel comitato scientifico della collana SPCM-Studi postcoloniali di cinema e media/Postcolonial Film and Media Studies. Referente per il corso di laurea DAMS per un'attività di cooperazione con l’Unità di Formazione e di ricerca in Lingue, Lettere, Arte e Comunicazioni (UFR-LAC) dell’Università di Ouagadougou (Burkina Faso) per la didattica del cinema.
Membro dell’Editorial board della rivista correlata “FES - From the European South. A Transdisciplinary Journal of Postcolonial Humanities (classe A), ha curato con Tania Rossetto lo special issue (8/2021) Maps, mappings and cartographic imaginings, sviluppo di una linea di ricerca interdisciplinare che aveva già promosso la giornata di studio Featuring maps: cartografie emergenti nel cinema contemporaneo (Università degli Studi di Padova, 2017
Collabora con iniziative e festival cinematografici di ambito territoriale e nazionale.

Avvisi

NEWS:
SESSIONE ESTIVA 2022: dal 14 giugno in poi.La data della convocazione dipende dall'esame e dalla posizione in lista. Inviata email con specifiche alle/agli iscritte/i; secondo appello dal 7 luglio

VERBALIZZAZIONE STAGE, LAB, SEMINARI: iscrizione in lista e invio documentazione e caricamento relazione finale NELLE PREDISPOSTA PAGINA MOODLE a ridosso data (NO PRESENZA, NO ZOOM)
Indicazioni per procedure di approvazione, attivazione, verbalizzazione di stage, laboratori e altre attività formative e relative FAQ agli indirizzi:
DAMS
https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?id=8711#section-5
SPM
https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?id=8730#section-8
e
STAGE: https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?id=5855
------

INFO e AVVISI SEMPRE VALIDI (RICEVIMENTO, ESAMI, STAGE, VERBALIZZAZIONI, TESI)

COMUNICAZIONI EMAIL: PER CORTESIA, LIMITATE IL NUMERO DI EMAIL AL NECESSARIO. Mi riservo di non rispondere a indirizzi diversi da quello istituzionale *studenti.unipd*.

RICEVIMENTO. Non serve prendere appuntamento, esiste un orario di ricevimento: https://syllabus.didattica.unipd.it/docente/orario

APPELLI ESAMI E VERBALIZZAZIONE

BUONE PRATICHE: programmare adeguatamente la scansione degli esami e la registrazione delle attività. Non dare per scontato che le/i docenti ci siano sempre: ridursi in condizioni di urgenza può significare compromettere l'obiettivo (es. sessione di laurea).

PER CHI LAVORA E STUDIA: le esigenze d'orario possono essere prese in carico solo previa attestazione del regime lavorativo. Contattare la docente per tempo, inviando la documentazione

CALENDARIO ESAMI:
SESSIONE STRAORDINARIA (SECONDO CALENDARIO ATENEO):secondo l'orario di convocazione indicato via email alle/agli iscritte/i.Per iscrizione inviare email alla docente entro... laboratori/seminari.

Consultare SEMPRE le NOTE relative agli appelli, visibili da Uniweb alla pagina esterna nella "Bacheca appelli" > clic su data e ora al link

VERBALIZZAZIONE STAGE E ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
Le verbalizzazioni delle altre attività (stage, laboratori, seminari),svolte e debitamente documentate, si fanno durante le sessione di esami, come da indicazioni, PREVIO invio documentazione a mezzo email e caricamento relazione finale NELLE PREDISPOSTA PAGINA MOODLE
Indicazioni per procedure di approvazione, attivazione, verbalizzazione di stage, laboratori e altre attività formative e relative FAQ all'indirizzo:
https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?id=5855

NOTA: anche gli STAGE ALL'ESTERO prevedono l'avvio della procedura per l'approvazione prima dell'avvio dell'attività di stage. La verbalizzazione è eseguita dal servizio STAGE e Career Service (infostage@unipd.it)

PROGRAMMI D'ESAME
Il PROGRAMMA ON-LINE riguarda SOLO gli STUDENTI CHE HANNO FREQUENTATO ALMENO L'80% DELLE LEZIONI, ANCHE SE IN SINCRONO, A DISTANZA.
PROGRAMMI NON FREQUENTANTI. Contattare la docente (ricevimento, anche telefonicamente): ogni altra soluzione non garantisce l'attendibilità delle indicazioni

RICHIESTA TESI DI LAUREA
Non si discutono proposte di laurea tramite posta elettronica. Chi è interessato è pregato di presentarsi durante il ricevimento. Si precisa che le tesi vanno chieste (e avviate) con un anticipo adeguato rispetto alla scadenza entro cui si intende presentare la domanda di laurea. Non si convalidano domande di laurea se non è stata vista, e corretta, almeno la metà dell'elaborato di tesi.

Orari di ricevimento

  • Il Martedi' dalle 14:30 alle 15:30
    presso Zoom https://unipd.zoom.us/j/96398304127
    ORARIO VALIDO SOLO PER MARTEDì 5 GIUGNO. L'orario può subire modifiche per sovrapposizione con altri impegni istituzionali. Si consiglia pertanto di consultare sempre, anche a ridosso, la presente pagina per aggiornamenti.Eventuale ritardo nell'avvio del ricevimento è da imputarsi al protrarsi di un precedente impegno

  • presso STUDIO (Sede Studio docente. Palazzo Liviano, primo piano - TEL 049 8274636)
    Il ricevimento in presenza è possibile previo appuntamento. Usualmente via zoom. (aggiornamento a maggio 2022)

Area di ricerca

A partire da un ancoraggio forte nell'analisi testuale, le linee e le attività di ricerca attualmente in corso intersecano studi sulla dimensione spaziale in relazione ai modi di interpretazione della dimensione territoriale con istanze provenienti da orientamenti teorici e pratiche operative quali i postcolonial studies, in un'ottica interdisciplinare

Attualmente
- responsabile scientifico del progetto finanziato "Il Veneto, le acque e il cinema. Strumenti innovativi di valorizzazione territoriale" (progetto di ricerca Assegni Junior anno 2015).

- componente del comitato redazionale di From the European South. A Transdisciplinary Journal of Postcolonial Humanities ( http://europeansouth.postcolonialitalia.it/), rivista nata dal progetto di Ateneo (PRAT 2013-2015) "Postcolonialitalia", coordinato da Annalisa Oboe, piattaforma per la ricerca sugli studi postcoloniali in Italia, di cui ho fatto parte.Il progetto ha riunito studiosi delle scienze umane e sociali, e promosso una discussione in merito all'impatto di idee e pratiche d'indagine di ambito postcoloniale sulle diverse discipline di studio e sulla cultura italiana contemporanea. Finalità progettuale, proporre "riflessioni, dibattiti e iniziative scientifiche che, prendendo il mondo e il futuro a orizzonte necessario, sollecitino una rilettura genealogica dei nostri archivi, dei luoghi della nostra cultura" (cfr. http://www.postcolonialitalia.it/index.php?lang=it). Il network nato dal progetto continua attualmente la collaborazione in una prospettiva di sviluppo delle linee di dibattito individuate

-componente del comitato scientifico della collana SPCM-Studi postcoloniali di cinema e media/Postcolonial Film and Media Studies

Sono stata
-coordinatrice unità cinema progetto "Applicazioni mobili per il turismo tematico. Un approccio crowdsourcing per la creazione di un’offerta cineturistica regionale", finanziamento bando FSE-Veneto 2016-2017, responsabile scientifico prof. Nicola Orio.

-componente del progetto FSE-Veneto finanziato - componente Progetto di Ateneo (PRAT 2015) finanziato "Urban Landscape and Home Movies: the Image of the City and Innovative Tools to harness a Hidden Visual Cultural Heritage (Italy, 1930-1980s)", coordinatore prof. Alessandro Faccioli

-responsabile scientifico del progetto interdisciplinare "Sistemi Innovativi per la promozione turistica: film-induced tourism" finanziato nel quadro del Programma Operativo F.S.E. 2007-2013 Regione Veneto. Il progetto, condotto tra il 2014 e il 2015 in collaborazione con Nicola Orio, responsabile per l'ambito informatico, ha approntato un modello di sistema documentale finalizzato a supportare strumenti e strategie di promozione territoriale a partire dal patrimonio culturale del cinema. Tra i partner, la Provincia di Padova, Omniaweb, Acrtion srl, TAG in qualità di esponenti della rete delle imprese, Forema per la formazione.

Tesi proposte

Gli argomenti delle tesi vengono concordati a partire dalle esperienze di studio e dalle propensioni di ricerca dei laureandi, compatibilmente con le competenze della docente.