Villa Parco Bolasco

Il giardino storico di Villa Parco Bolasco è visitabile con modalità e orari consultabili sul sito www.villaparcobolasco.it.

Sabato 15 e domenica 16 giugno: due giornate di attività per famiglie


La villa Revedin, poi Rinaldi, quindi Bolasco Piccinelli (ora proprietà dell’Università di Padova) fu fatta erigere dal conte Francesco Revedin (1811-1869 fra il 1852 e il 1865 sull’area in precedenza occupata dal Paradiso, un complesso di due palazzi e di un giardino all’italiana rasi al suolo dall’ultimo proprietario, il conte Nicolò Corner Giustinian, attorno al 1803. La progettazione della villa fu affidata all’architetto Giambattista Meduna, famoso per i vari lavori di ricostruzione e di restauro a Venezia (teatro della Fenice, S. Marco, Ca' d'Oro).

All’interno della villa appaiono di notevole pregio lo scalone del Meduna, il salone da ballo opera del pittore Giacomo Casa da Conegliano e le scuderie, che manifestano, nell’architettura e negli innovativi materiali impiegati (ghisa e ferro), la passione equestre del conte Revedin.

Il compendio si caratterizza anche per il grande parco all’inglese, recentemente vincitore del titolo di "Parco più bello d'Italia". Alla sua progettazione, oltre al Meduna, fornirono il loro contributo anche altri famosi architetti del paesaggio dell’epoca; tra questi si ricordano Francesco Bagnara, Marc Guignon, cui è attribuito il progetto della cavallerizza, e Antonio Caregaro Negrin, che operò tra il 1869 e il 1878 e al quale si devono, tra l’altro, i progetti della serra in stile ispano-moresco e della cavana.

Il parco presenta un alternarsi di prati, specchi d’acqua, collinette, gruppi arborei e si completa con la cavallerizza, un’arena per equitazione, coronata da 52 statue (44 delle quali opera dello scultore Orazio Marinali e della sua bottega e provenienti dal giardino del Paradiso) e introdotta da due statue equestri collocate al di sopra di alti basamenti. Il parco è sorvegliato dalla torre colombara all’ingresso ovest e dalla torretta sita presso il muro di cinta a est e contenente un affresco di pregevole fattura, anch’esse residui del compendio del Paradiso.

Al giardino, aperto al pubblico, si accede dall'ingresso ovest (lato Casa Rebellato). In caso di maltempo l'Università si riserva, a propria discrezione, di chiudere l'accesso ai visitatori.
Per maggiori informazioni o prenotazioni: +39 049 8273939 - prenotazioni@villaparcobolasco.it

  Informazioni, tariffe e orari di apertura

Orari di apertura
Il giardino storico è visitabile il sabato, la domenica e nei giorni festivi dalle ore 10 alle ore 19.
In caso di maltempo l’Università si riserva, a propria discrezione, di chiudere l’accesso al Parco.

  • Biglietto intero: 3 euro.
  • Biglietto famiglia: 10 euro (nucleo familiare composto da due adulti e massimo tre bambini/ragazzi fino a 17 anni compiuti).
  • Biglietto gratuito: bambini da 0 a 5 anni; residenti nel Comune di Castelfranco; studenti UniPadova; personale UniPadova; persone con disabilità; accompagnatore persona con disabilità; giornalisti con esibizione del tesserino di riconoscimento aggiornato all'anno corrente; guide con esibizione del tesserino di riconoscimento aggiornato all'anno corrente.

Visite guidate: su prenotazione al costo di 3 euro a persona (in aggiunta al biglietto di ingresso individuale);
5 euro per gruppo famigliare (in aggiunta al biglietto di ingresso famiglia);
60 euro per singoli o gruppi (max 35 persone per gruppo).

Informazioni e prenotazioni
telefono: +39 049 8273939
mail: prenotazioni@villaparcobolasco.it

Le prenotazioni per gli eventi sono disponibili sul sito dedicato

Villa Revedin Bolasco

via Borgo Treviso 73
31033, Castelfranco Veneto, Treviso
tel.  049 8273939
www.villaparcobolasco.it