I progetti per la nostra comunità

affresco

Un anniversario così importante è l'occasione per rinnovare e rafforzare i legami con la nostra comunità. In questi anni prenderanno vita iniziative diverse, tutte a partire da un comune denominatore: i nostri valori.

  800 Idee per l’Università di Padova

Fedele al proprio motto “Universa universis patavina libertas” (tutta intera e per tutti la libertà padovana),  il primo atto simbolico e inclusivo delle celebrazioni è stata una Call for Ideas 800 idee per l’università di Padova”, conclusasi a maggio 2018: un concorso di idee aperto a tutti coloro che si sentono parte della sua storia e dei suoi valori e ne condividono i principi di inclusione, rispetto e libertà di parola, di studio e di ricerca. I concorrenti erano chiamati a declinare liberamente il tema degli 800 anni dell'Ateneo, spaziando tra iniziative nell'ambito della comunicazione, della cultura, della divulgazione scientifica e di ogni altra azione idonea a diffondere e valorizzare il patrimonio storico, culturale e ideale dell'Università di Padova.

Ben 115  proposte sono arrivate da studenti, dipendenti, alumni, cittadini, segno di attiva partecipazione di una comunità che va oltre le mura dell’accademia.

I premi sono stati messi a disposizione dalle associazioni degli Amici e degli Alumni dell’Università di Padova. 

I vincitori:

  • 1° premio: Lucia Ruggeri - progetto: Otto100 - otto studentesse per gli 800 anni dell’ateneo
  • 2° premio: Oscar Cipolato - progetto: Around the world in 800 days
  • 3° premio: Ottavia Mazzon - progetto: 800 stories and UP

Menzioni speciali della giuria:

  • Jessica Bertazzo (gruppo “Universa-mente”) - progetto: Universa-mente
  • Mario Zangrando - progetto: Costellazioni, Rivoluzioni, Cospirazioni - La vita universitaria nel 1848 e dintorni
  • Achille Michele Cirella - progetto: Adventure Theatre con Elena Lucrezia Cornaro Piscopia
  • Moira Pegoraro - progetto: Tutta un'altra storia

A fare da padrini all'iniziativa sono stati il conduttore radiofonico (e alumnus) Massimo Cirri e l'attrice Teresa Mannino, che hanno lanciato la call, coinvolgendo il pubblico in una reinterpretazione collettiva dei grandi personaggi della storia del nostro Ateneo.

Della commissione valutatrice ha fatto parte anche la pubblicitaria e comunicatrice italiana Annamaria Testa, che ha poi accettato anche di assumere la direzione artistica nella creazione del logo delle celebrazioni.

  Premi di studio

Premio di studio intitolato a Elena Lucrezia Cornaro Piscopia Università degli Studi di Padova

Le Associazioni Amici e Alumni dell’Università di Padova, insieme a Solgar Italia Multinutrient S.p.A., finanziano un premio di studio intitolato alla prima donna laureata, per riscoprire e valorizzare la presenza femminile in Università raccontando il contributo autorevole dato dalle donne all’Ateneo in ogni ambito scientifico-disciplinare. Il Premio è riservato a giovani di massimo 35 anni che abbiano conseguito presso l’Università degli Studi di Padova un titolo di laurea magistrale o di dottorato di ricerca in qualsiasi ambito scientifico-disciplinare.

La prima edizione del concorso è scaduta il 1° aprile 2019. Informazioni: www.unipd.it/archivio-borse-premi-studio-laureati

  I Quaranta

Quaranta studenti stranieri illustri del nostro Ateneo, simbolo della costante vocazione internazionale dell’Università di Padova. Tra loro vi sono re, letterati, medici, politici, diplomatici che hanno forgiato la storia, la cultura e la scienza europee. I loro ritratti decorano la Sala dei Quaranta, la sala che conduce alla storica Aula Magna di Palazzo Bo e che ospita anche la celebre Cattedra di Galileo. Furono realizzati nel 1942 da Gian Giacomo Dal Forno, nell’ambito della ristrutturazione del palazzo voluta dall’allora rettore Carlo Anti e affidata al designer milanese Gio Ponti.

Il restauro delle 40 tele è uno dei grandi progetti dell’Ateneo, un grande impegno e una necessaria attenzione al prezioso patrimonio storico e artistico custodito nei nostri palazzi.

  Cinque oselle per ottocento anni di storia

Con l’aiuto dell’Associazione Amici dell’Università di Padova, l’Ateneo ha scelto di dare nuovo slancio alla tradizione delle oselle, il consueto dono natalizio del rettore al corpo docente, e realizzare una serie speciale di oselle da collezione nel quinquennio 2018-2022, dedicate a cinque temi portanti dell’identità culturale dell’Ateneo.

Le oselle dell'ottocentenario sono affidate quindi alla creatività di Laura de Santillana, artista e designer della dinastia vetraria Venini, che ripercorrerà i momenti che hanno segnato indelebilmente il percorso padovano.

2018 - Le lune di Galileo
L'osella per il Natale 2018 è dedicata a Galileo Galilei e celebra la nascita del metodo scientifico.