Stereonychus fraxini (Coleoptera Curculionidae)

Ciono del frassino

Descrizione e ciclo: L’adulto è di piccole dimensioni (fino a 5 mm di lunghezza), di colore bruno o nerastro con sfumature giallastre, la larva è di colore giallastro e coperta da una sostanza mucillaginosa. Lo svernamento avviene allo stadio adulto. Le femmine adulte che hanno svernato in primavera si accoppiano e depongono le uova in corrispondenza della pagina inferiore delle giovani foglie. Al termine dello sviluppo larvale, le larve si impupano entro caratteristici bozzoletti di forma ovale costruiti sulle foglie, da cui dopo una decina di giorni sfarfalleranno gli adulti della seconda generazione. In genere il curculionide compie tre generazioni all’anno e gli adulti dell’ultima generazione trascorrono l’inverno nella lettiera o nelle anfrattuosità della corteccia.

Piante ospiti: frassini e olivo.

Danni e importanza: Il curculionide causa danni sia allo stadio larvale che adulto. In Italia i danni sono in genere contenuti, anche se talvolta può causare gravi defogliazioni nei boschi di pianura, specialmente a carico del frassino ossifillo. Le larve erodono la lamina fogliare, inizialmente in corrispondenza della sola pagina inferiore e successivamente causando delle bucherellature. In seguito il danno fogliare è amplificato dall’attività trofica degli adulti. Negli attacchi gravi le chiome risultano trasparenti, con danni anche a carico dei germogli.

Immagini: adulto, danni su un germoglio, danni su frassino ossifillo

Foto: Paolo Fontana, Università di Padova