INTRODUZIONE

La difesa dei boschi italiani dai parassiti ha subito profonde modificazioni nel corso del tempo, evolvendo verso sistemi sempre più basati su criteri di prevenzione, nel quadro di una selvicoltura sostenibile. Tuttavia è stato a volte necessario ricorrere a mezzi diretti di lotta, favorendo sempre più gli strumenti maggiormente compatibili con la conservazione degli equilibri naturali tipicamente esistenti negli ambienti forestali.

La necessità della sorveglianza, il rischio di introduzioni a seguito dell’aumento degli scambi commerciali e turistici e il cambiamento climatico hanno stimolato i forestali ad attivare sistemi di monitoraggio e modelli di previsione delle conseguenze applicate di tali cambiamenti. Vari sistemi sono presenti a livello nazionale e regionale, tuttavia appare evidente l’importanza strategica di disporre di un’informazione coordinata, basata su criteri comuni di valutazione di attacchi e danni e sull’impiego di metodi di monitoraggio permanente confrontabili. Gli interventi diretti di lotta hanno interessato finora ecosistemi di zone sensibili (limantria in Sardegna, scolitidi in alcune zone alpine e nelle pinete litorali), aree a preminente funzione turistico-ricreativa (processionarie e limantriidi) e infine foreste per la produzione legnosa. Rimane aperto il problema delle limitazioni legislative nell’impiego di aeromobili per la distribuzione di prodotti fitosanitari registrati per uso forestale, che appaiono eccessive per il principale preparato biologico impiegato contro i lepidotteri defogliatori (Bacillus thuringiensis kurstaki). Vari progetti di ricerca affrontano temi di difesa del bosco dagli agenti dannosi, con l’obiettivo di formare persone in grado di potenziare ed espandere il sistema ricerca e sviluppo nel settore della protezione delle foreste. Questo sito include le schede di alcuni dei principali parassiti delle piante forestali rinvenuti in Veneto. Ciascuna scheda include anche i links di siti in cui è possibile rinvenire dati sul parassita.

PROGETTO DI MONITORAGGIO FITOSANITARIO E PREDISPOSIZIONE DELLA LOTTA CONTRO LE MAGGIORI AVVERSITÀ FITOPATOLOGICHE FORESTALI DEL VENETO

Ente responsabile del progetto
Unità Periferica per i Servizi Fitosanitari del Veneto

Ente convenzionato per la collaborazione al progetto
Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Agronomia Ambientale e Produzioni Vegetali

Soggetti coinvolti
Unità Periferica per i Servizi Fitosanitari del Veneto
Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Agronomia Ambientale e Produzioni Vegetali
Università degli Studi di Padova – Dipartimento Territorio e Sistemi Agro Forestali
Direzione Foreste ed Economia Montana
Servizi Forestali Regionali
Veneto Agricoltura