Mal dell'Inchiostro del Castagno (Phytophthora spp.)

Causato da due specie appartenenti al genere Phytophthora (P. cambivora (Petri) Buis e Phytophthora cinnamoni Rand), interessa principalmente l’apparato radicale ed è letale.

Phytophthora non appartiene al regno dei funghi (a cui era legata fino a pochi anni fa), ma al regno dei protisti, in quanto la sua parete cellulare è formata di cellulosa:
 regno: Protista
 classe: Oomycota
 ordine: Perenosporales
 famiglia: Phytiaceae
 genere: Phytophthora

Nel 2007, nel Veneto è stato accertato per la prima volta un focolaio localizzato e di dimensioni apparentemente ridotte nel Comune di S. Zenone degli Ezzelini TV.

Il nome della malattia deriva dalla colorazione scura, quasi nera, dei tessuti sottocorticali del colletto, causata dall’ossidazione delle sostanze tanniche ad opera degli enzimi secreti dal fungo.


Sintomi: clorosi fogliare, microfillia e filloptosi (primi sintomi di sofferenza). Al colletto, la pianta presenta necrosi corticali e disseccamento dei polloni causati dalla morte del cambio.
Scortecciando il colletto nei pressi della necrosi si osserva la classica “fiammata”, ovvero un’alterazione cromatica che si forma nel cambio e nello xilema a seguito dell’ossidazione dei tannini per opera degli enzimi metabolici secreti dal micelio fungino. Emissione di liquido nerastro alla base del fusto. La pianta reagisce, spesso in modo comunque inefficace, formando dei tessuti suberosi.

Il “mal dell’inchiostro” in un castagneto può manifestarsi sia in soggetti isolati che in gruppi di piante; solitamente si sviluppa nella aree dove vi sono ristagni idrici per poi diffondersi a macchia d’olio o lungo gli espluvi. La malattia è decisamente influenzata dall’andamento meteorologico: estati umide e inverni caldi ne favoriscono la diffusione.
Phytophthora si diffonde meglio su suoli poveri in sostanza organica e su suoli superficiali dove le piante incorrono frequentemente in fenomeni di stress idrico. In condizioni di terreno saturo d’acqua il patogeno si sviluppa e diffonde rapidamente, favorito negli spostamenti e dall’ambiente asfittico, che riduce la concorrenza dei funghi antagonisti.

Immagini: Sintomi al colletto, Sintomi al colletto