DIGLYPHUS ISAEA (Walker)

Ordine: Imenotteri

Famiglia: Eulofidi

Genere: Diglyphus

Specie: isaea

 

Adulto (Foro BIOLAB)

Fitofagi controllati: parassitoide/predatore di larve di ditteri minatori agromizidi; viene utilizzato soprattutto per il controllo di specie appartenenti al genere Liriomyza

Settore d’impiego: per lo più colture protette (orticole); in particolari condizioni ne è anche possibile l’impiego in pieno campo

Sex Ratio: 50% femmine, 50% maschi

Durata dello sviluppo: su Liriomyza trifolii: a 15°C 26 gg., a 20°C 16 gg., a 25°C 10 gg.

Fecondità: in media 200-300 uova/femmina.

Attività predatoria: pur variando in funzione della temperatura, può raggiungere qualche centinaio di individui.

Fattori limitanti: prolungati periodi con temperature inferiori ai 10-11°C

Pesticidi: sono disponibili molti dati sulla persistenza e tossicità dei vari fitofarmaci su stadi giovanili ed adulti.: consultare le tabelle di selettività fornite da OILB e biofabbriche.

Disponibilità commerciale: commercializzato dalle biofabbriche allo stadio adulto

Tecniche d’impiego: alla comparsa dei fitofagi anche un’unica introduzione può essere risolutiva, in caso contrario si ripete l’operazione. In genere viene impiegato in piccole quantità (anche meno di 0,1 individui/m2). In presenza di pesanti infestazioni e colture particolarmente suscettibili le quantità da liberare vanno aumentate.

 

Tossicità e persistenza di alcuni pesticidi su Diglyphus isaea

principio

attivo

pupa

adulto

persistenza

(in gg.)

principio

attivo

pupa

adulto

persistenza

(in gg.)

Insetticidi propargite

-

-

-

abamectin *

-

D

-

tetradifon

-

A

0

acephate

-

D

-

Fungicidi
azinphos-methyl

-

D

-

benomyl

-

A

0

B. thuringiensis

-

A

0

bitertanolo

-

A

0

buprofezin

-

A

0

buprimate

-

B

0

chlorpyrifos

-

D

-

chlorothalonil

-

A

0

cyromazine

-

A

0

cymoxanil

-

-

-

dichlorvos

-

D

0

dinocap

-

-

-

diflubenzuron

-

A

0

fenarimol

-

A

0

flufenoxuron

-

-

-

hexaconazole

-

-

-

heptenophos

-

D

7

iprodione

-

A

0

imidacloprid

-

-

-

mancozeb

-

A

0

malathion

-

D

56-84

maneb

-

-

-

methomyl

-

D

56-84

metalaxyl

-

-

-

nicotina

-

D

4

metiram

-

-

-

piretroidi **

-

D

56-84

myclobutanil

-

-

-

piretro + PBO

-

D

7

penconazole

-

A

0

pirimicarb

-

C

4

procymidone

-

A

0

teflubenzuron

-

A

0

pyrazophos

-

D

-

Acaricidi rame

-

-

-

amitraz

-

-

-

thiram

-

A

0

azocyclotin

-

D

-

triadimefon

-

A

0

bromopropilate

-

-

-

triforine

-

A

0

clofentezine

-

A

0

vinclozolin

-

A

0

dicofol

-

C

-

zineb

-

-

-

hexythiazox

-

A

0

zolfo

-

C

4

Gli effetti tossici di ciascun principio attivo sono stati classificati in 4 categorie:

A = causa una riduzione della capacità di controllo dei fitofagi < 25%

B = causa una riduzione della capacità di controllo dei fitofagi del 25-50%

C = causa una riduzione della capacità di controllo dei fitofagi del 50-75%%

D = causa una riduzione della capacità di controllo dei fitofagi > 75%

- = dato non disponibile

* = il principio attivo ha anche potere acaricida

** = dati valevoli per bifenthrin, cyfluthrin, cypermethrin, deltamethrin, fenpropathrin, permethrin

 

b-uk.gif (1321 byte) Toxicity and persistence of some pesticides on DIGLYPHUS ISAEA

Principio attivo = active ingredient; adulto= adult;

persistenza (in gg.) = persistence (in days); rame = copper; zolfo = sulphur

A = less than 25% of reduction in pest control capacity

B = 25-50% of reduction in pest control capacity

C = 50-75% of reduction in pest control capacity

D = more than 75% of reduction in pest control capacity

- = unavailable datum

* = this active ingredient can be used against spider mites too

** = data relative to active ingredients such as: bifenthrin, cyfluthrin, cypermethrin, deltamethrin, fenpropathrin, permethrin

 


Ultima modifica: 12 maggio 2001

Suggerimenti, correzioni e/o commenti sono apprezzati: contattare Luca Conte (E-mail: contelu@libero.it)