Protocollo contrasto e contenimento SARS-CoV-2

ricercatrice con mascherina

Messaggio del Rettore del 29/04/2020

Carissime e carissimi,

Il 4 maggio entrano in vigore le disposizioni previste dal recente Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che danno avvio alla cosiddetta fase 2. Per il nostro Ateneo è il momento di riprendere il compito istituzionale della ricerca, finora limitato a poche attività indifferibili. Questo limite viene oggi superato non solo perché il Decreto Presidenziale lo consente, ma soprattutto perché vogliamo recuperare, accanto alla didattica che rimarrà in modalità telematica, l'altro pilastro essenziale della vita della comunità accademica.

Lo vogliamo e lo dobbiamo fare, ripopolando i dipartimenti e i centri in condizioni di massima sicurezza per docenti, ricercatori, collaboratori e per tutto il personale tecnico e amministrativo coinvolto.
Con questo obiettivo è stato istituito un gruppo di lavoro di esperti, coordinato dal prof. Borsari delegato del Rettore per la sicurezza, al quale è stato affidato il compito di elaborare delle linee guida che garantiscano la ripartenza in sicurezza delle attività di ricerca.
Il gruppo di lavoro ha prodotto il documento "Protocollo per il contrasto e il contenimento del virus SARS COV-2" attraverso una elaborazione attenta e un confronto costruttivo con la Consulta dei direttori di dipartimento, i dirigenti, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, la RSU e le Organizzazioni sindacali.
In attuazione a quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione dell'8 aprile 2020 il Protocollo è stato emanato con Decreto del Rettore e vi viene trasmesso in allegato.
Si tratta di un documento che vincola noi tutti a comportamenti individuali responsabili e i direttori di struttura a farsi garanti, attraverso l'attuazione mirata delle indicazioni del protocollo, di una ripresa delle attività di ricerca ordinata e compatibile con le esigenze di sicurezza. Ciò significa che saranno i direttori di struttura, anche sulla base di ulteriori indicazioni dell'Ateneo, a disciplinare le modalità di accesso del personale docente e ricercatore e a definire le esigenze di supporto tecnico e amministrativo in presenza per assicurare la ripresa delle attività nella misura necessaria.

Un cordiale saluto, Rosario Rizzuto