Archivio storico

Il patrimonio archivistico che rispecchia le vicende, attraverso i secoli, dell’Università degli Studi di Padova è ordinato nell’Archivio storico, una sezione dell’Archivio Generale di Ateneo. Le fonti documentali databili fino al 1806 costituiscono l’Archivio antico: vi sono contenuti i fondi provenienti dalle diverse istituzioni accademiche, dotate di maggiore o minore autonomia, che formavano l’Ateneo fino alla fine del Settecento.

Il 1806 segna lo spartiacque tra due fasi storiche nella struttura dell’Università e, di conseguenza, nei suoi fondi archivistici. Con la caduta della Repubblica di Venezia e il passaggio del Veneto sotto le dominazioni francese e austriaca, l’Università, entrando a far parte di un sistema universitario statale, passa a una struttura accentrata e gerarchica. Sul piano archivistico, questo comporta il passaggio da una molteplicità di fonti (le diverse entità che contribuivano al sistema universitario tradizionale) a un archivio moderno, specchio delle diverse autorità, organi, uffici del nuovo Ateneo.

Un impulso decisivo alla sistemazione dell’Archivio antico viene nel 1893 da Giuseppe Giomo, dell’Archivio di Stato di Venezia, cui si deve un fondamentale inventario del materiale esistente. L’Archivio antico è attualmente conservato a Palazzo Bo.

I fondi successivi al 1806 costituiscono l’Archivio dell’Ottocento, che comprende i documenti dal 1807 al 1900, e l’Archivio del Novecento, con i documenti risalenti al periodo 1901 - 1960.

Servizio Archivio generale di Ateneo

via 8 Febbraio  2, 35122 Padova
fax  049.8273529
archivio@unipd.it