Mobilità internazionale

L’Ufficio Servizi agli studenti, in collaborazione con l’International Office, promuove la piena partecipazione delle studentesse e degli studenti con disabilità o con difficoltà di apprendimento ai programmi di mobilità internazionale, che, attraverso periodi di studio o tirocinio all'estero, completano la formazione universitaria e favoriscono lo sviluppo dell'autonomia.
Per le studentesse e gli studenti stranieri in arrivo e per gli iscritti all'Università di Padova che vogliano partecipare a un programma di scambio, l’Ufficio Servizi agli studenti organizza iniziative specifiche con l'obiettivo di rendere non solo possibile, ma anche soddisfacente, l'esperienza di studio all'estero, indipendentemente dalla condizione di disabilità o difficoltà di apprendimento o, più in generale, di vulnerabilità.

  Da Padova verso altri paesi

L’Ufficio Servizi agli studenti organizza ogni anno un incontro sulla mobilità internazionale, nel corso del quale vengono fornite indicazioni di carattere generale sui programmi di scambio ed informazioni specifiche sui fondi comunitari aggiuntivi per la disabilità. Le studentesse e gli studenti che vogliano partecipare ad un programma di scambio possono contattare l’ufficio per:

  • orientarsi nella scelta del Paese e dell'università straniera;
  • avere degli aiuti per il disbrigo delle pratiche burocratiche previste dalla mobilità internazionale;
  • stabilire rapporti con l'università ospitante per l'organizzazione dei servizi necessari per tutto il periodo di soggiorno all'estero;

Le studentesse e gli studenti vincitori di borsa Erasmus+ possono inoltre richiedere supporto per la compilazione della richiesta per i fondi comunitari supplementari previsti dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire per le studentesse e gli studenti con disabilità in mobilità internazionale (Erasmus+ per studio o per traineeship).

  Da altri paesi verso Padova

Le studentesse e gli studenti stranieri con disabilità, con difficoltà di apprendimento o altre vulnerabilità possono predisporre modalità favorevoli per il loro soggiorno di studio a Padova comunicando per tempo la propria condizione all’Ufficio Servizi agli studenti.
La comunicazione può essere fatta personalmente o tramite gli uffici competenti del proprio ateneo all’estero, inviando una e-mail con questi allegati:

  • tutta la documentazione relativa alla propria condizione di salute/disabilità/difficoltà di apprendimento, in lingua originale e in lingua inglese;
  • i dati e recapiti del Responsabile per lo scambio internazionale presso l’Università di provenienza;
  • il nome del Responsabile di Flusso/Referente dello scambio all’Università di Padova;
  • il piano di studi con gli insegnamenti che si prevede di seguire in Italia;
  • un elenco delle necessità individuali (utilizzo di ausilii o di modalità personalizzate per affrontare la didattica e gli esami).

Esigenze particolari riguardanti l’alloggio vanno segnalate al momento della registrazione online nel sito dell’Ente preposto, il SASSAservice/ESU Accommodation. Se la studentessa/lo studente in arrivo ha bisogno di assistenza 24 ore su 24, è possibile richiedere la coabitazione con un amico o compagno di corso: anche questo va indicato nel form online per la richiesta di alloggio. È opportuno consultare il sito dell’Agenzia Nazionale per Erasmus+ del proprio Paese di provenienza per verificare se il programma di scambio preveda la possibilità di fare richiesta di fondi comunitari supplementari.

Ufficio Servizi agli studenti - Inclusione

Contatti utili:
tel. 049.8275038,
inclusione.studenti@unipd.it

Orario: lunedì e mercoledì 10-13,
martedì 10-13 e 15-16.30,
giovedì 10-15,
venerdì 10-13 solo su prenotazione

Pagina Facebook: Università di Padova Inclusiva