Mobilità sostenibile

mobility challenge

Disegna la viabilità della Padova futura

L’Ateneo promuove diverse iniziative per valorizzare la mobilità sostenibile della nostra università nelle aree urbane raccogliendo idee, opinioni e proposte dalla propria comunità di studenti e personale. Gli obiettivi sono quelli di aiutare la città a definire politiche in favore di una mobilità più sostenibile e di contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, delle emissioni di "gas-serra" e dei consumi energetici.

Padova university mobility challenge

La prima iniziativa, che scade il 7 dicembre, è un un concorso di idee per disegnare nuove soluzioni di mobilità per la nostra Università, organizzato in collaborazione con E.ON Italia e Unismart.

Partecipare è semplice, basta iscriversi on line e contribuire con le proprie idee.

Possono partecipare all'iniziativa tutti gli studenti e il  personale Unipd. Si parte con un'idea contest in cui tutti sono chiamati a ripensare la mobilità cittadina e a condividere la propria proposta. I team che avranno presentato le migliori idee si affronteranno poi in un hackathon di due giorni. Un test sul campo misurerà infine il potenziale della proposta.

All’idea più innovativa e sostenibile della Mobility Challenge sarà assegnato un premio in denaro di 5.000 euro; il team vincitore, inoltre, avrà l’opportunità di lavorare al progetto pilota su Padova che seguirà a questa collaborazione.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web di Unismart.

Indagine dell'Ateneo sugli spostamenti casa - università

Nei prossimi mesi partirà una nuova indagine sugli spostamenti casa-università, che coinvolgerà i circa 60.000 studenti Unipd.

L'indagine mira a:

  • valutare le loro abitudini e le necessità di mobilità
  • definire politiche in favore di una mobilità più sostenibile e più vicina alle loro esigenze, che tengano in considerazione aspetti fondamentali quali costo e qualità dei servizi di trasporto
  • contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, delle emissioni di "gas-serra" e dei consumi energetici.

Gli studenti saranno quindi chiamati a partecipare all’iniziativa compilando un questionario on line per disegnare nuovi flussi di mobilità e di spostamento all'interno della città.

Si è già conclusa con successo l’indagine sugli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti dell’università.