Studenti con DSA ed altre difficoltà nelle università del triveneto

Università inclusiva

Una giornata di studio

Padova 16 Febbraio 2017 (9.00 – 18.00)
Scuola di Psicologia – Centro Linguistico di Ateneo
Via Venezia 16 – Aula T3

La giornata di studio si è proposta di approfondire le problematicheche gli studenti dei giorni d’oggi possono sperimentare nel contestouniversitario e nel corso degli studi a causa di disabilità, didifficoltà di apprendimento, di altre vulnerabilità.La giornata è stata voluta oltre che dall’Università di Padova, dalCoordinamento delle Università del Triveneto per l’Inclusione (UNI3V)che vede riunite tutte le università pubbliche del Trentino AltoAdige, del Friuli Venezia Giulia, e del Veneto, per la creazione dicontesti universitari inclusivi. Il coordinamento riconosce che lecondizioni di vulnerabilità nascono dall’interazione delle persone conl’ambiente e dunque vuole promuovere azioni orientate a rafforzare lacultura dell’inclusione agendo sulle dimensioni personali econtestuali. Si prefigge di dare vita ad attività mirate a creareambienti di studio e di lavoro inclusivi che siano in grado dirispondere ai bisogni e alle difficoltà di persone con vulnerabilità,con disabilità e con difficoltà di apprendimento, così come realizzareattività di sensibilizzazione, riflessione, analisi e ricerca sullemodalità per favorire la costruzione di spazi e servizi inclusivi avantaggio del diritto allo studio, del benessere e di una vitaformativa e professionale di qualità per tutti.Relativamente agli studenti con disabilità e difficoltà diapprendimento la letteratura mette chiaramente in evidenza che essitendono a sperimentare problemi associati a condizioni fisiche menoefficienti, alla necessità di ricoveri ospedalieri e di terapiefarmacologiche, a scarsa accessibilità dei trasporti, alle maggiorispese, alla burocratizzazione delle procedure, fino a giungere allemicro-aggressioni e alla scarsa preparazione del contesto. Il tutto sitraduce in una rapida erosione delle risorse psicologiche adisposizione per affrontare il periodo di studio universitario epredispone all’abbandono degli studi stessi.Nella consapevolezza di ciò nell’ambito dell’Università di Padova, inparticolare della Delega per l’inclusione e la disabilità, nellafigura della prof.ssa Laura Nota, e nell’ambito del CoordinamentoUNI3V, con i delegati delle università coinvolte, si è ribadita lanecessità di approfondimenti anche con il coinvolgimento di esperti.La giornata ha visto così il contributo di studiosi di diversediscipline e di diverse università, giuristi, linguisti, ingegneri,neuropsicologici, pedagogisti, psichiatri, psicologi, sociologi, alfine di tesorizzare il meglio proveniente da saperi diversi, dipromuovere occasioni di crescita e suggerire idee e traiettorie perinterventi da realizzare nei nostri Atenei.Nel corso dell'introduzione, a cura dei Delegati del Triveneto perl’Inclusione,  prof.ssa Giulia Bencini (Università Ca’ Foscari diVenezia), prof.  Araldo Causero (Università di Udine), prof.ssaGabriella Dodero  (Libera Università di Bolzano), prof.ssa IlariaGarofolo (Università di Trieste), prof. Giorgio Gosetti (Università di Verona), prof.Paolo  Macchi (Università di Trento), prof. Antonino Marguccio(Università IUAV di Venezia), prof.ssa Laura Nota (Università di Padova), si èpresentato il lavoro di raccolta dei dati sullo   stato occupazionaledei laureati con  disabilità e con difficoltà di apprendimento degliultimi cinque anni,  che si prefigge di portare l’attenzione sullefinalità che la formazione  universitaria dovrebbe avere. Sulla basedelle considerazioni  condivise, sono state  effettuate in chiusurariflessioni relative alle traiettorie su cui  si dovrebberostrutturare i servizi di supporto al diritto allo studio  e all’inclusione degli Atenei coinvolti.

Video della giornata

Rassegna stampa