Università inclusiva

Premio Gattamelata all'Università di Padova

Il Premio Gattamelata 2016 per le Istituzioni è stato dato all’Università di Padova, nell’ambito del Convegno L’essenziale è invisibile agli occhi: azioni, volti e sogni del volontariato padovano, presso l’Orto Botanico.
Il Premio, istituito dal Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova nel 2005 premia volontari, associazioni, aziende, istituzioni e cittadini impegnati in azioni di solidarietà.
Dalla sua decima edizione il Premio ha assunto carattere nazionale e nell’anno 2016 i vincitori sono stati 8 nelle 4 categorie previste: Impresa, Istituzione, Associazione, Volontariato.
Nella sezione Istituzioni il premio è andato a chi nel corso dell’anno si è fatto promotore di progetti o azioni volti a migliorare o salvaguardare la qualità della vita ambientale e sociale del proprio territorio. Nelle motivazioni si legge: «il Premio Gattamelata 2016 è stato assegnato all’Università di Padova perché il percorso avviato all’interno dell’Università, interdipartimentale e con il coinvolgimento anche di attori esterni e rappresentanti del volontariato, è di notevole importanza nell’ottica di favorire un processo di inclusione attiva che va oltre il concetto di integrazione.»
«Per l’Università di Padova è una bella soddisfazione essere fra i vincitori del Premio Gattamelata 2016 – afferma il Rettore Rosario Rizzuto –. Si tratta infatti di un appuntamento che ha ormai carattere nazionale ma rimane molto legato al territorio padovano. E per l’Università il legame con l’ambiente in cui è inserita, come ho avuto già modo di ricordare, è fondamentale. Ringrazio tutte le persone, a partire dalla professoressa Laura Nota, Delegata per l’Inclusione e la disabilità, per il lavoro fatto finora dal nostro Ateneo sull’inclusione attiva. Una strada che abbiamo intrapreso con passione e volontà e che vogliamo continuare a percorrere, consci dell’importanza dell’argomento. Moltissimi dipartimenti hanno dato il loro contributo al progetto. Ed è proprio questa una delle maggiori forze dell’ateneo patavino: mettere insieme sensibilità, conoscenze, approcci diversi. Tanti tasselli per completare al meglio un mosaico unitario».
Il riconoscimento è stato reso possibile dalla collaborazione di tutto l'Ateneo, dagli studenti ai docenti al personale tecnico amministrativo: la cerimonia si è svolta sabato 3 dicembre presso l'auditorium dell'Orto botanico.
Informazioni su http://www.unipd.it/ilbo/lessenziale-e-invisibile-occhi