Dossier

Dossier

Dossier / 3

Padova: 6.000 candidati per 395 posti

11 luglio 2012

Le prime prove per l’ammissione al Tirocinio Formativo Attivo sono già iniziate il 6 luglio. Per l’università di Padova non si parla di piccoli numeri: le domande presentate sono state circa 6.000. I posti disponibili, spalmati su 19 classi di abilitazione, sono solamente 395. Una sorta di pacifico assalto che poco preoccupa Annamaria Cremonese, responsabile del Servizio nuovo sistema informativo studenti: “La mole di persone che parteciperanno alla selezione non ci spaventa – spiega la dirigente – l’università è abituata a ben altri carichi di lavoro, basti pensare alla quantità di candidati che si presenta ogni anno per l’iscrizione a Medicina”. La tornata di esami per la prima prova scritta terminerà a fine mese. La seconda prova avrà inizio, invece, il 27 agosto.

Si chiariscono, intanto, gli aspetti dedicati all’organizzazione della didattica: “Stiamo già lavorando su come organizzare i corsi a partire da metà novembre”, spiega il professor Giuseppe Micheli, delegato del rettore per il Tfa. La formazione dovrebbe durare fino a giugno con le prove finali. “Stiamo anche facendo degli incontri per aree tematiche del Tfa - prosegue Micheli - Emerge la necessità di coinvolgere docenti esperti della scuola secondaria per avere un aiuto su alcuni aspetti della didattica”.

 Rimangono dei problemi di interpretazione del bando di concorso. Su due punti in particolare: il valore dei titoli di studio in possesso dei candidati e la questione degli iscritti in sovrannumero (coloro che hanno partecipato alle Scuole di specializzazione all’insegnamento secondario, Ssis, e che hanno diritto di partecipare al Tfa senza effettuare le prove di ingresso). Su entrambi si attendono delucidazioni da parte del ministero. “La valutazione dei titoli – conclude Cremonese – sarà effettuata a settembre, con gli iscritti che nel frattempo avranno superato la seconda prova scritta, come previsto dal bando”, in questo modo ci sarà tutto il tempo per individuare le soluzioni riguardanti i problemi di interpretazione. I partecipanti in sovrannumero avranno invece la possibilità di iscriversi entro la seconda metà di luglio “per avere un quadro delle persone in più che parteciperanno al Tfa”. L’università sta approntando in questi giorni la procedura on line. 

 

Mattia Sopelsa


Gli articoli del dossier


1 Tirocinio Formativo Attivo: partite le prove per i futuri insegnanti

2 Quanti sono i posti nei tirocini per gli insegnanti?

3 Sul nuovo anno scolastico le incertezze del Tfa

I costi a carico dei tirocinanti

Partecipare al Tfa costa. La preiscrizione: sono cento gli euro da corrispondere all’università per l’iscrizione alle prove selettive. I partecipanti dovranno pagare la tassa per ognuna delle classi di abilitazione a cui desiderano accedere. Chi, infine, supererà le tre prove (il doppio scritto e l’orale) dovrà completare l’iscrizione versando il contributo vero e proprio per accedere al Tfa. La tassa, al lordo delle imposte regionali, è pari per l’università di Padova a 2.609 euro.