La gestione dei rifiuti speciali

Rifiuti pericolosi e non pericolosi

Le principali tipologie di rifiuti speciali prodotte dalle Strutture di Ateneo sono:

Le Strutture interessate allo smaltimento possono prendere contatto con i gestori dei Siti di deposito temporaneo di afferenza (Unità Locali).

Le modalità operative da seguire sono riportate nel “Regolamento tecnico di gestione degli scarti provenienti dalle attività dell’Università degli Studi di Padova”  e del “Regolamento di Ateneo riguardante le modalità di gestione del Servizio smaltimento dei rifiuti, secondo le direttive SISTRI” .

Modalità di gestione dei rifiuti previste dal capitolato di gara

Tabella di codici CER da capitolato

Le modalità di smaltimento di rifiuti con codici CER diverso da quelli inseriti in capitolato devono essere concordati con il Servizio Ambiente e Progettazione per la Sicurezza - SAPS.

 

  Aggiornamenti

SISTRI: Il “Milleproroghe” concede lo slittamento al 31 dicembre 2015 delle sanzioni relative all'operatività del Sistri. Pertanto, per quanto riguarda la gestione dei Depositi Temporanei, si procederà, come già’ fatto durante il 2014, secondo la modalità del “doppio binario: SISTRI + cartaceo”. Le registrazioni “cartacee” (Registro di carico/scarico e Formulario) sono obbligatorie e le eventuali relative inadempienze sono sanzionabili.

MUD:  Con il D.P.C.M. 17 dicembre 2014 (pubblicato sul Supplemento Ordinario alla G.U. del 27 dicembre 2014) è stata approvata la modulistica da utilizzare per la dichiarazione ambientale 2015 (MUD), da effettuare entro il 30 aprile 2015 con riferimento ai rifiuti gestiti nel corso del 2014.

  Supporto del Servizio Ambiente e progettazione per la sicurezza - SAPS

La gestione e lo smaltimento dei materiali pericolosi e considerati rifiuti, scarichi ed emissioni e’ gestita dal Servizio Ambiente e Progettazione per la Sicurezza (SAPS) che si occupa:

  • del coordinamento dei siti di produzione di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi
  • del supporto informativo e formativo, di tipo tecnico e amministrativo, al personale delle Strutture di Ateneo, per l'organizzazione, la gestione e la raccolta dei rifiuti speciali
  • della tenuta e compilazione del registro carico-scarico, relativa registrazione dei formulari di trasporto e denuncia agli uffici territoriali dei rifiuti (M.U.D.)
  • dell’organizzazione delle attività di bonifica di ambienti di lavoro (ad esclusione dell’amianto) su richiesta delle strutture (es. reagentari obsoleti, abbandono di materiale chimico non identificabile ecc.): sopralluogo e valutazione complessiva dell'intervento (tempi, modalità e disposizioni relative; ricerca e catalogazione delle specifiche dell'intervento per l'organizzazione successiva; stoccaggio e messa in sicurezza del materiale chimico; chiusura tecnica dell'emergenza di bonifica)
  • della bonifica e gestione di materiale esplosivo, con l'autorizzazione ad esercitare il mestiere di fochino, per l'avvio a ditte specializzate per l'inertizzazione
  • della gestione e coordinamento delle procedure relative al SISTRI (Sistema Informatico di tracciabilità dei Rifiuti)
  • del coordinamento e gestione degli adempimenti previsti in materia ambientale (D.Lgs. 152/2006) di emissioni in atmosfera (procedure per autorizzazione delle Strutture di Ateneo) e di autorizzazioni scarichi
  • della gestione delle attività di smaltimento di apparecchiature fuori uso contenenti parti in amianto che risulti compatto, integro e stabile (NB: è necessario disporre di analisi che attesta la presenza di amianto). Sono pertanto esclusi i materiali contenenti amianto provenienti da attività di cantiere e manutenzione.

  Normativa

Regolamento (UE) n. 1357/2014 della commissione del 18 dicembre 2014, che sostituisce l'allegato III della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive: dal 01.06.2015 l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo viene sostituita e dall’attuale sigla “H” si passa alla sigla “HP”.

Decreto Legislativo 14 marzo 2014, n. 49 “Attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)”.

Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 "Norme in materia ambientale".

Decreto del Presidente della Repubblica 15 luglio 2003, n. 254 “Regolamento recante disciplina della gestione dei rifiuti sanitari a norma dell'articolo 24 della legge 31 luglio 2002, n. 179”.

Decreto Ministeriale 1 aprile 1998, n. 148 “Regolamento recante approvazione del modello dei registri di carico e scarico dei rifiuti ai sensi degli articoli 12, 18, comma 2, lettera m) , e 18, comma 4, del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22”.

Decreto Ministeriale 1 aprile 1998 n. 145 “Regolamento recante la definizione del modello e dei contenuti del formulario di accompagnamento dei rifiuti ai sensi degli articoli 15, 18, comma 2, lettera e) , e comma 4, del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22”.

Servizio Ambiente e Progettazione per la Sicurezza (SAPS)

via Rialto, 15 - 35122 Padova,
tel. Supporto tecnico: 049.827 8962/8963/8964/5786,
tel. Supporto amministrativo: 049.827 8959
fax 049.8271219,
ambiente@unipd.it,
Recapiti completi del servizio