Cibo, culture, società. Una prospettiva di genere

9 giugno 2015

Programma CRUI

Women for Expo

Conference Centre, 10.30 -13.30
Expo Milano

CIBO, CULTURE, SOCIETÀ. UNA PROSPETTIVA DI GENERE.
Paesaggi del cibo. Sfide per una convivialità globale.

Letture e laboratori di ricerca

Video del convegno

Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Milano Bicocca, Università degli Studi di Milano, Università di Napoli Federico II
Referente: Franca Bimbi, Università di Padova
Per informazioni: genereciboexpo@gmail.com


Illustrazione Il thé di matti di Emanuele Luzzati - ©Museo Luzzati - Nugae srl, Genova

 

  Sintesi e filo conduttore

L' Università degli Studi di Padova, l'Università degli Studi di Milano Bicocca, l'Università degli Studi di Milano, e l'Università di Napoli Federico II, presentano a Milano EXPO 2015, per Women for Expo, nel Programma della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), un seminario con alcuni risultati di ricerche sociologiche e antropologiche, considerate nella prospettiva degli studi di genere, attraverso letture di studiose e studiosi di livello internazionale e laboratori di eccellenti dottore e dottori di ricerca.

I risultati delle nostre ricerche mettono in luce diverse narrative, seguendo itinerari in mondi talvolta rovesciati e speculari, come in Alice nel Paese delle Meraviglie, riletta nel suo centocinquantesimo non- compleanno (1865-2015).
Abbiamo utilizzato il racconto di Lewis Carroll come nostro mentore perché contiene moltissime metafore sul rapporto tra cibo, crescita personale e cambiamento sociale, suggerendo metodologie creative e innovative per la formazione dei bambini e degli adulti. La narrazione di Carroll ci è apparsa capace di evocare nuove possibili prospettive per una crescita sostenibile basata sulla riflessività di donne ed uomini, suggerendo percorsi per una vita migliore alle generazioni presenti e future.
Il Museo Luzzati di Genova ci ha offerto generosamente l'illustrazione su Il thé di matti del Maestro Emanuele Luzzati.

Le nostre ricerche seguono itinerari in mondi talvolta rovesciati e speculari, con una grande diversità di narrative. Apparecchiano il tavolo cuoche di antiche trattorie e giovani vignaiole. Madri e padri migranti in Europa, e generazioni d'italiani all'estero, mescolano con parole meticce le biodiversità dei Paesi d'origine, nelle cucine di casa e nelle imprese. Ragazze e ragazzi sono attratti dai piatti della nonna e dagli street foods. Donne di ogni età cucinano durante le mobilitazioni, conservando nei cibi la memoria delle carestie e delle diaspore. Madri e figlie custodiscono i rituali religiosi alimentari. Le famiglie si ridefiniscono ripristinando una prossimità alla terra-madre o mescolando diete on line.

Nei mondi "di sopra", una bambina ricca ha a disposizione dolcetti magici e un enorme cappello di fungo per crescere e rimpicciolire quasi a piacimento: governa il cibo e i desideri, non sente né fame né sazietà. Oggi un'Alice riflessiva e aperta alle diversità si rende conto che le logiche possono cambiare e apparecchia la tavola già in un diverso presente: sta imparando a scegliere, per un cibo sano e bastante per tutti.
Il tema del cibo si dimostra un luogo pratico e simbolico cruciale per "vivere assieme diversi", per i processi di cittadinanza delle donne e il riconoscimento delle differenze.

Franca Bimbi, coordinatrice del gruppo di ricerca "Cibo, culture, società", Università di Padova, dottorato in Scienze sociali, Dipartimento di Filosofia, sociologia, pedagogia, psicologia applicata (FISPPA).

  Letture

Apertura
Francesca Zajczyk, Delegata per EXPO dal Rettore dell’Università degli Studi di Milano Bicocca

Introduzione
Il cibo attraverso lo specchio del genere. Dal dono obbligato alla molteplicità dei nutrimenti.
Franca Bimbi, Università degli Studi di Padova

La tavola degli italiani. Femminilità e maschilità tra crisi, distinzione e sostenibilità.
Roberta Sassatelli , Università degli Studi di Milano

L’altrove sotto casa. Innovazione alimentare e protagonismo degli immigrati.
Maurizio Ambrosini, Università degli Studi di Milano

Italia Meridiana. Donne e cibo in un crocevia di storie, culture e incontri.
Maria Carmela Agodi, Monica Massari , Università degli Studi di Napoli Federico II

Memories of trauma, occupation and the denial of nurture in Palestine. Food as life, food as resistance.
Ruba Salih, SOAS, University of London

Le vestali dell’Halal. Cibo, religione e mercato nell’esperienza quotidiana delle donne musulmane in Italia.
Khalid Rhazzali, Università Usi di Lugano e Università degli Studi di Padova

Veganismo e genere: corpo, relazioni, pratiche.
Vincenzo Romania, Università degli Studi di Padova

The phatic function of food in transnational family life. Performing co-presence across distance.
Loretta Baldassar, University of Western Australia

Where are the female chefs? Reproducing and challenging gender stereotypes professional kitchens.
Rachel E. Black, Collegium de Lyon.

Oltre gli stereotipi. Il pensiero delle donne in tema di cibo e agricoltura e la critica ai poteri dominanti.
Carmen Leccardi, Università degli Studi di Milano-Bicocca  

  Laboratori di ricerca

Le radici del cibo. Donne, trattorie, passaggi d'epoca.
Silvia Segalla, Ph.D. in Scienze sociali, Università di Padova. Ricerca finanziata dalla Regione Veneto.

Coltivarsi. Donne e sostenibilità nelle comunità intenzionali italiane.
Alice Brombin, Ph.D. in Scienze sociali, Università di Padova.

Bambine e bambini raccontano. Cibo, famiglie, biodiversità.
Giulia Storato, Ph.D. Student in Scienze sociali, Università di Padova, Dipartimento FISPPA.

Aziende familiari del vino di padre in figlia.
Paolo Gusmeroli, Ph.D. in Scienze sociali, Università di Padova. Ricerca finanziata dalla Regione Veneto.

Attorno alla tavola e in cucina. Sentirsi a casa o in esilio?
Francesco Della Puppa, Ph.D. in Scienze sociali, Università di Padova; assegnista di ricerca Università degli studi di Venezia, Ca’ Foscari.

Costruzione sociale del cibo. Donne e azioni collettive alimentari in Argentina.
Martin Eynard, Ph.D. Ciencias Sociales y Humanas, Universidad Nacional de Cordoba: CONICET; Università degli Studi di Padova: Programma Erasmus Mundus Action 2.

Cibo e migrazioni globali tra conflitti e condizioni per il riconoscimento.
Angela Toffanin, Ph.D. in Scienze sociali, Università di Padova, Ricerca finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo; assegnista di ricerca Dipartimento FISPPA. 

La secolarizzazione in una tazzina di caffè. Religione e pubblicità.
Carlo Nardella, Ph.D. in Sociologia dell’Università degli Studi di Milano, assegnista di ricerca Dipartimento di Scienze sociali e politiche. 

Donne, cibo, obesità. Conflitti di ruoli nel quotidiano.
Loris Mazzagatti, Ph.D. in Sociologia applicata e metodologia della ricerca sociale, Università degli Studi di Milano-Bicocca.