730 precompilato - spese per la frequenza dei corsi universitari

I dati che compaiono nel proprio 730 precompilato devono essere verificati, confrontandoli con le ricevute dei pagamenti in proprio possesso e apportando eventuali modifiche/integrazioni, tenendo presente che la responsabilità dei dati inseriti spetta esclusivamente ai dichiaranti.

Le Università italiane sono tenute a trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate, entro il 28 febbraio di ciascun anno, una comunicazione relativa alle spese per la frequenza di corsi di istruzione universitaria, ai sensi del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 13 gennaio 2016.

L'Università di Padova ha provveduto all’invio dei dati relativi alla tassa regionale per il diritto allo studio e alle spese per la frequenza a:

  • corsi di laurea di 1°, 2° livello e ciclo unico
  • scuole di specializzazione, corsi di perfezionamento, master, dottorato di ricerca

per l’anno solare 2016, al netto dei relativi rimborsi (come previsto dal DM). Sono stati inoltre indicati separatamente i rimborsi erogati nell'anno 2016 ma riferiti a spese sostenute in anni precedenti.

Per informazioni relative al modello 730 precompilato e alla detraibilità è possibile rivolgersi all’Agenzia delle Entrate.

Per informazioni sulla contribuzione universitaria contattare il Servizio Diritto allo studio e tutorato, utilizzando i recapiti sotto indicati.

Servizio Diritto allo studio e tutorato

via del Portello 31, 35129 Padova,
Call centre tel. 049.8273131,
fax 049.8275030,
service.studenti@unipd.it,
Orario: lunedì e venerdì 10-12.30, martedì 10-12.30 e 15-16.30, giovedì 10-15 / mercoledì chiuso